HomeL'editorialeVisioni territorialiAntica pizzeria da Michele a Londra

Antica pizzeria da Michele a Londra

IMG-20170203-WA0014

In anteprima le foto.

     Dopo il Giappone e l’apertura romana, l’Antica Pizzeria da Michele, simbolo cittadino della pizza di Napoli, sbarca a Londra.

da Michele Londra

     Particolarità unica nel panorama delle aperture esterne dell’Antica Pizzeria da Michele è che solo a Londra, dove stamattina si dà il via al locale, viene replicato il modello partenopeo, ovvero la sola ed esclusiva offerta di pizza marinara e pizza margherita. Questa particolarità non si è avuta né a Roma, né in Giappone – seppur con un menù più limitato rispetto a quello romano.

      Questo che segue è un breve video di come si presenta il locale londinese, gestito da due giovani imprenditori in loco e ovviamente dal gruppo da Michele. Una sala d’ingresso dallo stile semplice ma d’impatto guida ai pochi gradini che sopraelevano l’aerea pizzaioli e il forno e che conducono verso la sala superiore. Anche qui lo stesso stile, con tavolini in marmo chiaro e sedie azzurre con seduta in paglia; foto storiche dell’Antica Pizzeria da Michele decorano le pareti insieme a citazioni e cenni storici, in italiano, inglese e napoletano!

     Un locale che sicuramente riscuoterà un grande successo e porterà quello che è forse il simbolo, la bandiera, della pizza napoletana, ossia i due classici, la marinara e la margherita: per chi non lo sapesse – lo ricordiamo ai lettori – sono le uniche due pizze che vengono servite nell’Antica Pizzeria da Michele dal 1870 sino ai giorni nostri!

     Un “in bocca al lupo”, quindi,  alla famiglia Condurro nella sua nuova avventura oltremanica!

God save the Pizza!

Comments

Written by

Di formazione classica sono approdato al cibo per testa e per gola sin dall’infanzia. Un giorno, poi, a diciannove anni è scattata una molla improvvisa e mi sono ritrovato sempre con maggior impegno a provare prodotti, ad approfondire argomenti e categorie merceologiche, a conoscere produttori e ristoratori. Da questo mondo ho appreso molte cose ma più di ogni altra che esiste il cibo di qualità e il cibo spazzatura e che il secondo spesso si mistifica fin troppo bene nel primo. Infinitamente curioso cerco sempre qualcosa che mi dia quell’emozione che il cibo dovrebbe dare ad ognuno di noi, quel concetto o idea che dovrebbe essere ben leggibile dietro ogni piatto, quella produzione ormai dimenticata o sconosciuta. Quando ho immaginato questo sito non l’ho pensato per soddisfare un mio desiderio di visibilità ma per creare un contenitore di idee dove tutti coloro che avevano piacere di parteciparvi potessero apportare, secondo le proprie possibilità e conoscenze, un contributo alla conoscenza del cibo. Spero di esservi riuscito. Il mio è un viaggio continuo che ho consapevolezza non terminerà mai. Ma è il viaggio più bello che potessi fare.