HomeNotizieFoodnews ed eventiCenando sotto un Cielo Diverso: più di 90 chef ai fornelli

Cenando sotto un Cielo Diverso: più di 90 chef ai fornelli

cenando sotto un cielo diverso

     L’evento di beneficenza si svolgerà il 24 giugno presso il Parco Archeologico del Castello di Lettere

      Più di 90 professionisti del gusto all’opera per l’edizione estiva di “Cenando sotto un Cielo diverso”, un evento che coinvolge in qualità di protagonisti ai fornelli cuochi, pasticceri, pizzaioli, produttori del territorio campano e non, e in qualità di pubblico migliaia di persone che vi partecipano per far del bene e mangiare bene.

     Chef stellato testimonial dell’ottava edizione della kermesse – che si svolgerà presso il Parco Archeologico del Castello di Lettere il 24 giugno sera (dalle ore 20 in poi) – sarà Michele De Leo.

     Altra special guest della serata l’attore, regista, autore e sceneggiatore napoletano Francesco Albanese.cenando sotto un cielo diverso

Il progetto a monte dell’iniziativa è stato ideato da Alfonsina Longobardi – psicologa, sommelier ed esperta di food & beverage – che ha voluto coniugare il suo impegno nel sociale alla sue competenze nel mondo del food.

     La macchina organizzativa è avviata dall’Associazione “Tra cielo e mare” da lei fondata nel marzo 2013:

     tale ente opera a sostegno delle persone con disagi psichici e di altra natura;

     altra finalità del sodalizio è quella di avvicinare le persone cosiddette “normali” a persone che purtroppo vivono situazioni di disagio, abbattendo la barriera della “paura” che è causa dell’incomunicabilità;

     l’ultimo obiettivo della manifestazione consiste nella valorizzazione del territorio campano, sia delle sue bellezze che del suo potenziale umano (perciò si tiene in luoghi di interesse storico – culturale come il Parco Archeologico del Castello di Lettere, e perciò coinvolge chef e produttori, in primis campani).

L’evento  dal 2014 – anno in cui si è svolta la prima edizione – ad oggi ha registrato un consenso sempre maggiore: è divenuto uno degli appuntamenti legati al mondo dell’enogastronomia più grandi del centro – sud Italia.

      La mission specifica della prossima edizione consiste nel raccogliere fondi per l’acquisto di un ecografo da donare all’ospedale pediatrico Santobono Pausillipon di Napoli, macchinario che sarà collocato nel reparto di nefrologia del nosocomio guidato dal Prof. Carmine Pecoraro.

     Oltre a vantare la collaborazione con il Comune di Lettere, la prossima edizione di “Cenando sotto un Cielo Diverso” si fregia anche del supporto  dell’ente “Parco Archeologico del Castello di Lettere”.

     Francesco Albanese: “speciale”, è questa la parola giusta per indicare una persona meno fortunata

La parola all’attore Francesco Albanese, già testimonial di un’edizione precedente dell’evento…

Le dinamiche che ti hanno portato a sposare il progetto di solidarietà di Alfonsina Longobardi, ovvero “Cenando sotto un Cielo Diverso”?

Le dinamiche sono tante: la principale è che giovann si occupa del SOCIALE e chi opera per il bene del prossimo è automaticamente mio amico.

     Sono contentissimo di contribuire a questo evento, a cui ho già partecipato in occasione di una delle scorse edizioni apprezzando la bellezza della manifestazione…           Sicuramente l’edizione di quest’anno sarà ancora più bella!

Durante il periodo di Natale tu, Alfonsina e lo chef stellato Giovanni De Vivo vi siete recati presso l’ospedale Santobono Pausilipon per la consegna ai bambini ivi ricoverati dei giochi acquistati attraverso la raccolta fondi realizzatasi in occasione dell’edizione invernale della kermesse.

Come è andato questo momento, le sensazione che hai provato stando in contatto con questi bambini purtroppo momentaneamente sfortunati?

Stare con i bimbi è sempre bello.

     Condividere poi dei momenti con dei bambini un po’ meno fortunati degli altri a causa di qualche problemino che devono risolvere è ancora più emozionante.

     Sono stato felicissimo di condividere questo bel momento con loro e Alfonsina!”

Il buon cibo e la valorizzazione del territorio sono altre tematiche che animano “Cenando sotto un Cielo Diverso”.

Qual è il tuo rapporto con il mondo dell’enogastronomia?

Aggiungerei un altro aspetto: il divertimento, quello sano…

     coordinerò in prima persona tutta la parte dell’evento legata all’intrattenimento.

     Tornando al mio rapporto con il cibo, il mio piatto preferito è la pizza che, tra l’altro, Alfonsina mi ha anticipato che sarà uno dei piatti principe della prossima edizione
dell’evento.”

A proposito della parte di intrattenimento dell’evento: come hai pensato di gestirla?

Sicuramente ci saranno degli spettacoli di cabaret in diversi punti della location e in orari diversi per consentire a tutti di farsi quattro sane risate.

     La manifestazione si tiene in uno scenario molto particolare, quale il Castello di Lettere, oggi per fortuna anche molto più conosciuto rispetto a qualche tempo fa… Tu, come hai detto, hai già avuto modo di ammirarlo.”

Secondo te questo tipo di evento come può contribuire all’incoming turistico e alla valorizzazione delle bellezze del territorio?
“Il Castello di Lettere è una cartolina, è bellissimo, non ha niente da invidiare ad altri castelli presenti sul territorio napoletano…

     è un luogo che merita di essere scoperto!

     Attraverso questo tipo di eventi si possono scoprire realtà del genere, a volte inaspettate per i turisti e, ahimè, anche per il popolo napoletano.”

Aldilà di “Cenando sotto un Cielo Diverso”, il tuo rapporto con il mondo del sociale?

Mi sta a cuore… Quando mi propongono iniziative organizzate bene, le cui finalità sono reali, non esito un secondo ad accettare l’invito a parteciparvi.”

Il tema della “diversità” è un sotto-tema della tematica sociale che anima “Cenando sotto un Cielo Diverso”. Il tuo punto di vista in merito?

Diverso” è un termine che non mi piace molto, dovremmo trovare un termine un po’ meno ruvido… forse andrebbe utilizzata la parola “speciale” per indicare una persona meno fortunata. “
Questo concetto come si coniuga con il tuo mondo, ovvero quello dello spettacolo?

Io e miei colleghi siamo sempre in prima linea per aiutare le persone meno fortunate”.

     L’obiettivo dell’edizione estiva di “Cenando sotto un Cielo Diverso” è la raccolta di danaro da investire nell’acquisto di un ecografo che sarà donato proprio al Santobono Pausilipon. Un appello alle persone affinché contribuiscano il più possibile a questa nobile causa…

     Dobbiamo concretizzare una cifra, una cifra che non è altissima, ma è comunque importante… Più ne saremo, più in fretta riusciremo ad accumularla e a donare questo strumento che serve per curare i bambini ricoverati presso il nosocomio pediatrico.

     Quindi più ne saremo, meglio sarà: partecipate numerosi all’evento che si svolgerà il 24 giugno presso il Castello di Lettere!”

Elenco dei partecipanti:

Chef e Ristoranti

Alessandro Tormolino ristorante Sensi – Amalfi
Alessio Galati Il Falangone – San Giuseppe Vesuviano

Alfonso Crisci ristorante TavernaVesuviana- San Gennarello di Ottaviano

Angelo Borghese Osteria Al Paese – Nocera Inferiore
Angelo Squillante ristorante Barbagia’ – Sarno
Aniello Somma Hotel La Canonica – Lettere
AntonioBorrelli SalottoComfort-Food-NoceraInferiore
Antonio Petrone ristorante Pensando a Te – Baronissi
Antonio Tecchia ristorante San Cristoforo – Ercolano
Camillo Sorrentino ristorante Torre Ferano – Vico Equense
Camillo Grosso Hotel Villa Durelli – ristorante Aragonese – Ischia
Carlo Spina ristorante 3Piani – napoli
Davide Mea La Taverna del Mozzo – Marina di Camerota
Enrico Ruggiero ristorante Caupona – Pompei
FabioOmeto VillaTrabucco–Torre de lGreco
Franca Di Mauro Il Cellaio di Don Gennaro – Vico Equense

FrancescoMaiorano-PamelaVigiano Trattoria San Fransisco–Tramonti

Francesco Piscopo ristorante Mangiafolia – napoli
Francesco Restivo Area Varlese – Napoli
Francesco Vorraro ristorante Mamma Elena – San Giuseppe Vesuviano

Gennaro Esposito Casa Maria’ – Ercolano
Gennaro Rotella Palazzo Celentano- San Marzano
Giacomo De Simone ristorante Le Axidie – Seiano
Gianmarco Carli ristorante Il Principe – Pompei
Gianpaolo Zoccola Nonna Nannina – Cipriano Picentino (SA)
Giorgio Vitiello – ristorante Acqua & Sale – Scafati
Giovanni Arvonio ristorante Taberna Del Principe – Sirignano
Giulio Coppola ristorante La Galleria – Gragnano
Giuseppe De Luca Sciue’ Il Panino Vesuviano – Pomigliano D’Arco
Giuseppe Fasulo ristorante Eccellenze Nolane – nola
Giuseppe Zaccaria ristorante Il Pescatore – Vietri Sul Mare
Gustavo Milone ristorante Via Sacra 42 – Pompei
Lorenzo Principe Osteria Famiglia Principe 1968 – Nocera Superiore
Luigi Di Martino Terrazzadi Luna di Villa Magia – Positano
Luigi Sorrentino La Bettola Del Gusto – Pompei
MarcoDelSorbo TerrazzaFiorella-Massalubrese
Marco Di Martino Archivio Storico Premium Bar – Napoli
Marco Iavazzo Post Aperitif Club – Napoli
Maria Cannavacciulo Villa Palmentiello – Lettere-
Mario Pollio Pasta e’ – Sant’Agata sui due golfi
Maurizio De Riggi ristorante Markus – San Paolo Belsito
Michele Grande ristorante La Bifora – Bacoli
Michele Mazzola Locanda Rei Restaurant – Colli di Fontanelle – Sant’Agnello

Nunzio Annunziata ristorante Marea – Hotel Delfino – Massalubrense
Paolo Iovieno ristorante La Terra – Positano
Pietro Cuomo Hostaria di Bacco – Furore
Raffaele Ingenito Masseria Gabriele – Sant’Antonio Abate

Roberto Verducci Strairs Diner – Napoli
Sakai Fumiko ristorante Il Bikini –vico equense
Umberto Ventriglia Personal Chef
Vincenzo Piacente Hotel Parco dei Principi – Sorrento

Vincenzo Toppi ristorante Amor Mio – Brusciano

Pizzaioli
Aniello Falanga pizzeria Haccademia – Terzigno
Antonio Langone pizzeria Re Denari – Salerno
Giuseppe Esposito pizzeria O Presidente – Gragnano
Massimo Gargiulo pizzeria Pizza e Buoi – Santa Maria La Carità

Pasticceri
Alberto Parascandalo pasticceria Mille Stelle – Vico Equense Carlo Cuofano pasticceria Svizzera – Salerno
Francesco Lastra Gran Caffè Napoli
Gerardo Di Dato bar-pasticceria Di Dato – Angri
Graziano Notornicola Madamoiselle Charlotte – Cava Dei Tirreni Raffaele Caldarelli pasticceria Caldarelli – Nola
Salvatore Gabbiano pasticceria Gabbiano – Pompei

Panificatori
Carmelo Esposito panificio Esposito – Pompei
Filippo Cascone panificio Cascone – Lettere
Gianluigi Caccioppoli panificio Il Buongustaio – Sant’Antonio Abate

Latterie
Caseificio Aurora
Il casaro di Paestum

Latterie Gargiulo

Frantoio
Frantoio De Ruosi

Bartender
Francesco Varnelli Hermes Caffe’ – Pompei

Giacomo Prisco pizzeria f.lli Prisco – Boscotrecase

Macellerie
Macelleria La Stella delle carni – Santa Maria La Carita’

Macelleria Vincenzo Natale – Napoli

Produttori vini
Tenuta delle Ginestre
Poggio delle Baccanti Cantine Poggio Ridente Cantine Naonis
Cantine Macchie Santa Maria Cantine Iovine
Cantine i Favati
Cantine i due principati Cantine Fina
Cantine dell’Angelo
Cantine Colli Cerentino Cantine Cautiero

Amaro del Rosso
Birrificio 23
Birrificio I Monaci Vesuviani Cioccolato Todisco Crisps4all
Sigaro Toscano
Teresa Capone

Main Sponsor
Agrolegumi
Casa Maria’
Conad La Cartiera di Pompei

Givova

Goeldlin

Leonelli Acciai

Partner Tecnici 

Agrolegumi
Allestimenti Di Paolo
Casa Scarica Cooking Class

Ferrarelle

Italiana Vera
La Rosina
La Torrente
Pastificio Antiche Tradizioni di Gragnano Pastificio Arte e Pasta

Pastificio Cavalier Vicinanza

Pastificio d’Aniello
Pastificio dei Campi
Pastificio Il Mulino di Gragnano
Pastificio l’Oro di Gragnano

Pastificio Liguori

Media e Comunicazione 

Alfasistem

Associazioni
Abili alla Vita
I Disabili di Gragnano

Comments