HomeLa pizzaSud - La pizza del sabatoLa Cosacca di Gennaro Primicerio

La Cosacca di Gennaro Primicerio

cosacca

Ci sono posti dove non ti aspetteresti mai di trovare una buona pizza.

     Agglomerati urbani ricchi di case e negozi, spesso relegati ad essere considerate “paesi di periferia”.

     Ecco perché quando ho provato la pizza di Gennaro Primicerio della Pizzeria Primicerio (che Gennaro gestisce insieme alla moglie e al figlio Salvatore) a Villaricca ho gioito. Gioito perché sono convinto che anche una pizzeria può essere mezzo di riscatto di una strada, di un quartiere, di un paese intero.

cosacca

     E sono convinto che la pizzeria Primicerio possa essere un esempio per altri pizzaioli, ad investire nel proprio territorio per valorizzarlo.

Ma bando ai sentimentalismi e parliamo di quello che più ci interessa. La pizza.

     Eclettica, come Gennaro che passa agevolmente da impasti diretti, alla biga e all’autolisi, sistemi di impasto che insegna con l’amico e collega Marco Quintili.

     Pizza moderna, con cornicione pronunciato, ricca di sapore.

     Topping classici, con qualche divagazione estemporanea come la pizza col tarallo e quella – buonissima – con ragù “alla Genovese”.

Eppure la pizza che più mi ha colpito è una delle più semplici che si possano trovare: la “Cosacca”

IMG_0620

     San Marzano, una abbondante spruzzata di formaggio pecorino e un giro di olio evo a crudo. Semplice, diretta, senza fronzoli, ma con un gusto deciso e profumo intenso.

     Buoni i fritti e la montanara ripassata in forno. Migliorabile la carta delle birre, ma sono dettagli. Insomma una bella realtà che vale la pena di scoprire.

     Bravo Gennà, continua cosi!

Pizzeria Primicerio
Via Consolare Campana 227
Tel. 081.9756602

Comments

Written by

Di Roberti Enrico (Napoli 24-04.1977) Sono un giovane ( o quasi) avvocato di Marigliano ( ma cresciuto ad Acerra) con la passione della scrittura, dell'enogastronomia e della pizza in particolare. Da ragazzo sono stato vicedirettore del giornale acerrano, il "Tablò" dove mi sono occupato di cultura e politica locale. Nel 2013 apro il mio blog "Pizza Passione Napoletana" con l'intento di far conoscere al pubblico tutto ciò che riguarda la pizza ed i pizzaioli napoletani, con un occhio di riguardo per le pizzerie "di periferia" poco conosciute alla movida del fine settimana.