HomeNotizieFoodnews ed eventiDieta mediterranea e recupero sociale

Dieta mediterranea e recupero sociale

Immagine

Il Calendario di Pasta Leonessa per il 2016 presenta 13 ricette con chef stellati italiani e la tredicesima ricetta “NCIARMATA A NISIDA”

PRESENTAZIONE UFFICIALE IL 30 NOVEMBRE ALLE ORE 17 AL LEONESSA PASTABAR, INTERPORTO DI NOLA.

Siamo lieti di invitarvi alla presentazione del Calendario Leonessa 2016.

Per il nuovo anno il calendario Leonessa si presenta con due particolarità: Il tema della dieta mediterranea per i 3 chef stellati che hanno creato le ricette dei primi piatti (accompagnate dai consigli di una nutrizionista) ed un tredicesimo mese o più esattamente una “tredicesima ricetta”.

Le 4 stagioni sono state per il 2016 interpretate in termini gastronomici dagli chef stellati: Roberto Allocca del Relais Blu di Massa Lubrense, Agostino Iacobucci de I Portici di Bologna e Felice Lo Basso del ristorante Unico di Milano. Quattro piatti per 4 stagioni per ognuno. E sorpresa finale: La Tredicesima ricetta! “Nciarmata a Nisida” dai ragazzi del carcere, che hanno avuto così la possibilità di raccontare attraverso i fornelli quanto apprendono ogni giorno con i percorsi di formazione e laboratori della struttura penitenziaria napoletana per minori.

“La tredicesima ricetta ci accompagnerà ogni anno – spiega Oscar Leonessa, amministratore del Pastificio Artigianale Napoletano Leonessa – e sarà dedicata ad enti ed associazioni impegnate dal punto di vista sociale e che del cibo hanno fatto strumento di crescita culturale e formativa per tanti giovani, che attraverso la passione per la cucina possono avere l’opportunità di costruire il proprio futuro”.

E naturalmente non mancheranno gli abbinamenti, con vini di vitigni autoctoni suggeriti da Nicoletta Gargiulo, Presidente dell’AIS Campania.

La presentazione ufficiale del calendario Pasta Artigianale Leonessa 2016 si svolgerà il 30 novembre alle ore 17 al Leonessa Pastabar, all’interporto di Nola.

In allegato foto del backstage con chef ai fornelli e visita ai diversi ristoranti e al carcere di Nisida, per la realizzazione completa del calendario.

Comments