HomeEatAmmeceEatAmmece qua12 Morsi…per finire un panino!

12 Morsi…per finire un panino!

img_8867

     Nel cuore della movida Partenopea, nella centralissima via Alabardieri (zona baretti), dove i ragazzi si incontrano per stare insieme e bere un drink, nasce circa cinque mesi fa un locale che ha in un certo senso evoluto il concetto di “gourmet“.

img_8844

Stiamo parlando di 12morsi.

     Vincenzo dopo aver girato mezzo mondo, con particolare attenzione agli Stati Uniti, sentiva di poter investire tutta la sua esperienza inventandosi un locale (precisamente un beef bar) del tutto rivoluzionario per la città di Napoli.

     Un “pub” che profuma di ristorante stellato, un angolo bar per chi volesse “solo” gustarsi un aperitivo, un design curato e personalizzato nei minimi dettagli. Per un’ora ci è sembrato di essere al Village a New York.

     Il menù è ben strutturato e offre ogni tipo di soluzione, con particolare attenzione alla sezione dei panini (troverete degli accostamenti tra dolce e salato rischiosissimi, ma ben riusciti).

img_8822

     Se siete amanti del vino e della birra artigianale avrete un’ampia scelta. La qualità, però, come sapete ha un prezzo. Lo standard in questo caso è medio-alto (e la zona lo permette). Ma chi cerca la qualità, si sa, di questo aspetto non se ne cura.

     Quindi che dire, locale eccezionale. Ci torneremo sicuramente.

Ah… Lo sapete che ci vogliano 12 morsi per finire un panino?

12 Morsi
via Alabardieri 34, Napoli

#eatammace 

img_8842

Comments

Written by

EATammece è nato a fine Febbraio 2015 mentre mangiavamo un buonissimo panino, in una delle nostre classiche uscite serali. Il nome deriva da un gioco di parole tra il Napoletano e l'Inglese. Significa "buttiamoci a mangiare", ma nell'accezione buona del termine. Non scassammece o abbuffammece, ma mangiamo bene e con criterio. Siamo partiti senza alcun proclamo e ambizione particolare, si trattava semplicemente del diario di due fidanzati a cui piaceva andare a mangiare e ad oggi nulla è cambiato. L'accezione "foodblogger" non la sentiamo veramente nostra come non sentiamo di essere dei guru del food ma siamo semplicemente due persone che stanno coltivando una passione e che piano piano ne stanno scoprendo tecniche e segreti. Le foto che pubblichiamo raccontano dei nostri gusti soggettivi e in quanto tali possono discordare da quelli dei nostri followers. Non è proprio questo il bello, potersi confrontare con migliaia e migliaia di persone con idee e gusti differenti?! La strada intrapresa è quella giusta, proporre sempre qualcosa di nuovo e non focalizzare l'attenzione solo sulla nostra città. In pochi mesi abbiamo reso EATammece un marchio internazionale toccando diverse città qua e là nel mondo e abbiamo grandi progetti per il futuro ... La vita non è fatta di soli like e visualizzazioni, ma di emozioni forti ed esperienze vissute! #eatammece