HomeLa pizzaFour PizzaFour Pizza: III tappa alla Pizzeria O’ Gemell

Four Pizza: III tappa alla Pizzeria O’ Gemell

IMG_0385

     Giunge alla terza tappa l’appuntamento con Four Pizza, l’evento organizzato da quattro pizzaioli Pasquale Serra, Antonio Esposito, Nino Pannella e Michele Castaldo, i quali alternano le loro presentazioni in ciascuna delle rispettive pizzerie.

IMG_0359

     Dopo le tappe ad Acerra alla pizzeria “Da Nino” e a Frattaminore da “Est – Ovest”, stavolta i quattro pizzaioli hanno dato spazio al loro estro creativo a Casalnuovo nella pizzeria “O’ Gemell” di Luigi Castaldo, padre di Michele e maestro di impasti, docente presso la scuola Dolce & Salato di Maddaloni.

     Stavolta l’incontro enogastronomico, che ha visto la presenza di molti esponenti del panorama enogastronomico tra cui Luciano Pignataro, lo chef Maurizio De Riggi e il pizzaiolo Attilio Albachiara, è stato preceduto anche da una dimostrazione di arte casearia ad opera del Caseificio “San Giacomo” di Saviano, il quale ha realizzato in pochi minuti mozzarella e trecce di latte di bufala: una vera bontà!

Come in ogni incontro ognuno dei quattro pizzaioli si è alternato tra fritture, pizza classica, pizza innovativa e dolce.

IMG_0392

     Si è partiti con le fritture di Pasquale Serra della Pizzeria Est-Ovest di Frattaminore, che ha presentato il “Tarallè” ovvero un crocchè realizzato con l’impasto del tarallo napoletano, seguito da un crocchè ripieno di friarielli e salsiccia di polmone, ed un arancino vegano farcito con ragù di seitan.

     E’ stata la volta del “padrone di casa” Michele Castaldo che ha realizzato una margherita con bufala e pomodori del piennolo saltati in padella. Un impasto perfetto dalla leggerezza unica che ha stupito tutti i presenti.

IMG_0360

     Una bella sorpresa è stata la pizza innovativa realizzata da Antonio Esposito (Pizzeria Lazzari Felici di San Giorgio a Cremano) fatta con scarole, olive nere, provola e mele annurche, coperte da una “rete” di pizza che le ha dato l’elemento di croccantezza.

     Chiusura in dolcezza con la pizza dolce di Nino Pannella che ha presentato una pizza con impasto al cacao, farcita con crema alla nocciola e pistacchio “Galamella” e granella di pistacchio di Bronte.

     Una bella serata che ha mostrato l’abilità e la bravura di quattro pizzaioli che molto hanno e avranno da dire nel mondo della pizza.

     Adesso attendiamo con ansia la serata conclusiva.

Comments

Written by

Di Roberti Enrico (Napoli 24-04.1977) Sono un giovane ( o quasi) avvocato di Marigliano ( ma cresciuto ad Acerra) con la passione della scrittura, dell'enogastronomia e della pizza in particolare. Da ragazzo sono stato vicedirettore del giornale acerrano, il "Tablò" dove mi sono occupato di cultura e politica locale. Nel 2013 apro il mio blog "Pizza Passione Napoletana" con l'intento di far conoscere al pubblico tutto ciò che riguarda la pizza ed i pizzaioli napoletani, con un occhio di riguardo per le pizzerie "di periferia" poco conosciute alla movida del fine settimana.