HomeRicetteProfessionaliLa ciambotta. Un piatto d’altri tempi.

La ciambotta. Un piatto d’altri tempi.

Ciambottabanner

     Nella nostra terra lucana, “a ciambott” è stato storicamente “il piatto” dei manovali agricoli, che, lasciando già dalla mattina presto le proprie case, portavano con sé per recarsi nelle campagne per lavorare. Pasto che restava caldo dato che è un composto più o meno compatto, era anche cucinato molto facilmente con materie prime povere e di ordinaria reperibilità, ma soprattutto risultava molto nutriente.

     Tantissime sono le sue varianti, con zucchine, o con patate, senza uova o addirittura nel barese a base di pesce. Questa è la versione della collina materana.

Ingredienti (per quattro persone):

  • 2 Melanzane
  • 1 Peperone Verde
  • 1 Peperone Rosso
  • 3 etti di pomodorini ciliegini
  • 2 uova
  • Olio extravergine d’oliva
  • sale

     Lavate e asciugate con molta cura tutti gli ortaggi, poi tagliate peperoni e melanzane in pezzi abbastanza grandi e grossolani, mentre taglierete i pomodorini semplicemente in due.

     Prendete una padella a bordo alto e riscaldate dell’olio abbondante (la tradizione vuole che la cottura sia in pignata sul fuoco). Appena l’olio arriva a temperatura, aggiungete solo peperoni e melanzane, salate, coprite con un coperchio e fate cuocere per una decina di minuti.

     Dopo aggiungete i pomodorini e a fuoco lento, sempre con coperchio, lasciate cuocere per circa 30-40 minuti mescolando di tanto in tanto.

     Quando gli ortaggi sono quasi a cottura, rompete le uova e versatele intere; alzate leggermente la fiamma del bruciatore della cucina e mescolate con un cadenza più frequente.

     Il piatto è pronto quando tuorlo ed albume mescolati sono ben cotti.

     Molto curioso, e storicamente filologico, è servire questo piatto in una pagnotta di pane da chilo pagliata in due, privata della mollica nel cuore e riempita con ciambotta.

Buon Appetito e bentornato alle sane abitudini.

ABBINAMENTO
SAGARIS – Cantina Madonna delle Grazie – Rosato IGT Basilicata

di Io e Zia Clara

Comments