HomeNotizieFoodnews ed eventiLa Daunia protagonista per la prima volta con i frutti della sua terra.

La Daunia protagonista per la prima volta con i frutti della sua terra.

Ph: Claudio Brufola

“Il Melograno” 2014 della Cantina La Marchesa di Lucera si è aggiudicato la medaglia di bronzo al 4° Concorso Enologico Nazionale Vini Rosati d’Italia nella categoria 2 – vini rosati tranquilli IGT – IGP.

Ph: Claudio Brufola

Ph: Claudio Brufola

Il riconoscimento arriva dopo la valutazione dei vini, svoltasi il 19 e 20 settembre scorso, effettuata da apposite commissioni ciascuna composta da 4 enologi/enotecnici nominati dall’Associazione Enologi Enotecnici Italiani e da 1 giornalista o esperto del settore vitivinicolo italiano o straniero nominato dalla Regione Puglia.

Ogni vino è stato valutato da due commissioni diverse che hanno espresso il giudizio seguendo il metodo “Union Internationale des Oenologues”.

Ph: Claudio Brufola

Ph: Claudio Brufola

“Siamo soddisfatti di questo riconoscimento, che ci sprona a continuare ad impegnarci con serietà in quello che facciamo, a dimostrazione che il duro lavoro prima o poi premia, e a credere sempre di più nella nostra terra, la Daunia”, afferma Marika Maggi fondatrice insieme al marito Sergio Lucio Grasso della Cantina La Marchesa, nata come viticoltrice nel 1988 e che oggi può contare su 14 ettari di vigneto estesi nel raggio di trecento metri dal centro aziendale.

Ph: Claudio Brufola

Ph: Claudio Brufola

Marika ringrazia l’intero staff e il consulente enologico Luca Scapola, “perché”, afferma, “i risultati raggiunti dalla Cantina La Marchesa sono il frutto di un lavoro condiviso”.

“Il Melograno IGT Daunia 2014 è ottenuto da uva di Troia 100%, coltivata a spalliera nell’agro di Lucera” – spiega Sergio Lucio Grasso “la caratteristica che ci contraddistingue è la coltivazione nel rispetto della tradizione, per questo motivo le lavorazioni vengono eseguite rigorosamente a mano, perché siamo convinti che solo il lavoro dell’occhio esperto sa come ottenere il meglio dalla pianta”.

Un bel riconoscimento non solo per la Puglia – che si è distinta ricevendo ben cinque medaglie (un oro, due argenti e due bronzi) – ma soprattutto per la Daunia, che con “Il Melograno” sale per la prima volta sul podio del Concorso Nazionale dei Vini Rosati d’Italia, promosso dall’assessorato alle Risorse agroalimentari della Regione Puglia e realizzato in partenariato con Assoenologi, Unioncamere Puglia, Accademia Italiana della Vite e del Vino e autorizzato dal Ministero delle Politiche Agricole.

Ph: Claudio Brufola

Ph: Claudio Brufola

Comments