HomeVisitati per voiPizzerieE la provincia non resta a guardare…

E la provincia non resta a guardare…

Pizzeria Agorini

     Il “fermento” che sta attraversando il mondo della pizza, partito da Napoli e che continua a diffondersi non solo in Italia, non poteva non toccare da vicino anche la provincia campana.

     Numerose le nuove aperture, soprattutto nel casertano, o comunque le “trasformazioni” di locali già esistenti che decidono ora di puntare sulla pizza e/o su promettenti pizzaioli.

Pizzeria Agorini

È questo il caso della pizzeria Agorini

     Pizzeria di Cardito, in provincia di Napoli, il cui giovane proprietario ha deciso di investire sulla pizza e sulle capacità del pizzaiolo.

     É iniziata proprio questo mese infatti la nuova avventura al fianco di Salvatore Impero, pizzaiolo già affermato in zona, con una formazione alberghiera e una provenienza da famiglia di pasticceri. Un destino negli impasti quello di Salvatore, che ad un certo punto decide di dedicarsi allo studio dei lievitati e comincia a seguire diversi corsi sull’argomento.

     Inizia così, anche a mettere a punto un proprio impasto, sperimentando blend di farine, utilizzando farine semintegrali, lievito madre e altri metodi.

Il brevetto dell’impasto denominato “Pizza Cloud”

v

     Brevetta, poi, un impasto a metà strada tra quello della pizza tradizionale napoletana e quello della cosiddetta “Pizza Gourmet”, un mix di farine macinate a pietra e semintegrali, con lievimaturazione dalle 48 alle 96 ore, con topping a base di materie prime di alta qualità, scelte personalmente dal pizzaiolo.

     Ovviamente Salvatore porta il suo marchio da Agorini che lo rende simbolo del locale a conferma della volontà di basare questa sua nuova era sulla pizza e sulla figura, in questo caso eclettica, del pizzaiolo.

     Mercoledì 22 novembre c’è stata la presentazione ufficiale di questa nuova versione del locale di Agorini, alla presenza di stampa e addetti al settore, con una cena a base di fritti e di alcune tra le pizze più rappresentative di Impero.

Agorini

     La degustazione è stata accompagnata dai vini dell’azienda Tre Mori sapientemente scelti, nei vari abbinamenti, dai sommelier presenti in sala.

     Conclusione della serata affidata al babà di una pasticceria locale (Iazzetta), nonché all’esibizione di Salvatore Impero che ha svelato la sua seconda passione, il canto in abbinamento all’imitazione (perfettamente riuscita) di Adriano Celentano.

     Sicuramente una pizzeria ed un pizzaiolo di cui si sentirà ancora parlare nella sempre più vivace provincia napoletana.

Agorini Pizzeria
Corso Italia, 66
Cardito (NA)

 

Comments

Written by

Calabrese, un po' lucana, napoletana per residenza, mamma e moglie per "famiglia", avvocato per l'albo, "cucinatrice" (non ho presunzione di chiamarmi "cuoca") ed assaggiatrice per passione. Mi piace parlare di cibo, cucinato da me, da altri, anche solo visto o annusato. Certamente curiosa.