HomeLa pizzaSud - La pizza del sabatoLa “Quattro Pomodori” di Giorgio Moffa

La “Quattro Pomodori” di Giorgio Moffa

quattro pomodori moffa

Sapete che la parola pizza è stata utilizzata per la prima volta, probabilmente, non a Napoli, ma a Gaeta?

     Questa denominazione infatti appare per la prima volta in un documento notarile conservato nell’archivio della cattedrale di Gaeta e redatto nel mese di maggio del 997 dopo Cristo. E proprio a Gaeta ho voluto provare la pizza di uno degli esponenti più significativi della tradizione della pizza di Napoli: Giorgio Moffa.

     Erede di Ciro Leone fondatore della famosa pizzeria Trianon di Napoli, dopo aver “ammaccato” per anni nel locale di via Colletta, apre la pizzeria “Trianon al Parco Margherita”, prima di trasferirsi, una decina di anni fa, a Gaeta, dove è maestro pizzaiolo della bellissima pizzeria affacciata direttamente sul mare (dalla finestra del locale ammiravo i pescatori all’opera!).

     Credetemi, il posto e soprattutto la pizza di Giorgio, vale i 100 km fatti per assaggiarla!

     La pizza che ho voluto provare, oltre ad una eccellente margherita realizzata a regola d’arte, è stata la “Quattro Pomodori”, realizzata con Piennolo giallo del vesuvio e provola affumicata e ricotta di Agerola; San Marzano dop e fiordilatte di Agerola; Pomodoro del Piennolo con bufale; Pomodoro secco di Battipaglia con Bufala, parmigiano e basilico. Pizza soffice e leggera, realizzata con fior di farina, alta idratazione e lunghi tempi di lievitazione come da centenaria tradizione.

     Detto che il locale offre la possibilità di gustare pesce fresco e piatti classici della cucina partenopea e delle eccellenti fritture (spettacolare la montanarina), non posso fare altro che invitarvi sulla “Riviera di Ulisse” a provare la pizza di Giorgio Moffa e la cucina dell’Antica Pizzeria – Ristorante Ciro dal 1923… Ne rimarrete, come me, assolutamente soddisfatti!

Antica Pizzeria Ciro dal 1923
Lungomare Caboto – Molo S. Antonio
Gaeta (LT)
Tel. 0771 465058

Comments

Written by

Di Roberti Enrico (Napoli 24-04.1977) Sono un giovane ( o quasi) avvocato di Marigliano ( ma cresciuto ad Acerra) con la passione della scrittura, dell'enogastronomia e della pizza in particolare. Da ragazzo sono stato vicedirettore del giornale acerrano, il "Tablò" dove mi sono occupato di cultura e politica locale. Nel 2013 apro il mio blog "Pizza Passione Napoletana" con l'intento di far conoscere al pubblico tutto ciò che riguarda la pizza ed i pizzaioli napoletani, con un occhio di riguardo per le pizzerie "di periferia" poco conosciute alla movida del fine settimana.