HomeNotizieFoodnews ed eventi“Libando, Viaggiare Mangiando” continua sabato 16 aprile 2016

“Libando, Viaggiare Mangiando” continua sabato 16 aprile 2016

libando-copertina

Foggia, 13 aprile 2016 – Programma fitto anche per la terza giornata di “Libando, Viaggiare Mangiando”, il festival del cibo di strada promosso dall’Amministrazione comunale di Foggia per il tramite dell’Assessorato alla Cultura, in collaborazione con l’associazione Di terra di mare, l’impresa creativa Red Hot e Streetfood.

Sabato 16 aprile si aprirà con la 1^ edizione del Food Workshop, dedicato ai produttori locali interessati a conoscere le opportunità di ingresso nel mercato estero, sempre più interessato alle eccellenze del Made in Puglia. L’incontro, in programma alle 10.30 al Circolo Daunia (in vico San Giuseppe 6) a Foggia, è pensato per favorire l’incontro tra domanda e offerta, in particolare tra i buyer che operano nel mercato internazionale e i produttori locali, che avranno così l’opportunità di gettare le basi per costruire accordi commerciali fuori dell’ambito strettamente territoriale. I colloqui B2B tra buyer e produttori saranno preceduti, alle 9.30, da un’interessante masterclass dal titolo “Orientamento al mercato estero” a cura di Britaly Ltd – London, che fornirà ai partecipanti gli strumenti necessari per orientarsi sul mercato estero e sulle strategie di marketing più adeguate a ciascun paese. Il workshop sarà, per i partecipanti, un’occasione di confronto e condivisione di tecniche e saperi, oltre che un’opportunità per diffondere la cultura del buon cibo che da sempre caratterizza la nostra terra.

Alle 10.30 si aprirà il villaggio enogastronomico in piazza Cattedrale, piazza Mercato e piazza Purgatorio

che sarà fruibile per l’intera giornata, fino a notte. Mentre a piazza Cesare Battisti partiranno le masterclass presentate da Giustino Catalano, autore del blog “Di Testa e Di Gola”. Alle 10.30 ci sarà Raffaele Casale del ristorante “Le Lampare al Fortino” di Trani, la cui cucina si differenzia per il rispetto della tradizione con uno sguardo alle nuove tecniche. Alle 11.30 Mario Falco, presidente dell’associazione Cuochi Gargano e Capitanata. Dopo la pausa, le masterclass riprenderanno alle 16.00 con lo chef giapponese Keisuke Aramaki del Sushi Bar&Restaurant di “Palazzo Vialdo” a Torre del Greco (Na), che dopo la laurea all’Università di Tokyo si trasferisce in Italia e si innamora di Napoli. Alle 17.00 sarà la volta di Leonardo Lacatena dell’”Osteria dei Sassi” di Matera. Oggi  lo chef Lacatena, discepolo morale dello scomparso Frank Rizzuti, rappresenta una delle migliori promesse lucane per la stella Michelin.

Alle 18.00 ci sarà Raffaele D’Addio dell’Osteria “Il Foro dei Baroni” di Puglianello (Bn), la cui cucina rappresenta una delle espressioni più interessanti della Campania, a metà strada tra i percorsi gourmet e i piatti tradizionali elaborati in maniera tale da mantenere il gusto di sempre, stravolgendone la forma.

Si tornerà in Puglia, alle 19.00, con Domenico Cilenti del ristorante “Porta di Basso” di Peschici, riconosciuto come uno dei più influenti cuisine Chefs pugliesi nel mondo (ha vinto nel 2006 il premio come miglior giovane chef della Puglia e nel 2008 quello di miglior giovane chef del mezzogiorno a cura di Luigi Cremona) e alle 20.00 con Nazario Biscotti del ristorante “Le Antiche Sere” di Lesina, la cui cucina è stata protagonista, per tutto il mese di giugno 2015, del ristorante regionale Puglia nel padiglione Eataly all’Expo Milano 2015.

Alle 21.00 ci sarà Maria Antonietta Santoro del ristorante “Al Becco della Civetta” di Castelmezzano (Pz), ambasciatrice della cucina lucana. A chiudere le masterclass di sabato 16 aprile sarà, alle 22.00, Peppe Zullo del ristorante “Villa Jamele” di Orsara. Con alle spalle un percorso culturale e professionale importante ed impegnativo, Peppe Zullo è protagonista della grande cucina italiana sia nella sua Puglia che nel mondo. Carlo Petrini, fondatore di Slow Food, lo ha definito “cuoco-contadino che ha saputo restituire alla sua terra l’orgoglio che merita”.

Anche durante la giornata di sabato ci sarà uno spazio dedicato ai più piccoli con il laboratorio “Alimenta la città”, a cura del Teatro del Pollaio, in programma alle 17.00 in piazza Purgatorio. Il laboratorio coinvolgerà i bambini nella realizzazione di un pannello decorativo che rappresenterà uno spazio urbano costituito da sagome di cartone che riprenderanno il tema proposto dalla locandina di “Libando”.

Anche quest’anno a “Libando” ci sarà la tavola rotonda sul tema Urban food, in programma alle ore 18.00 nella Sala Fedora del Teatro Giordano, in piazza Cesare Battisti. Si parlerà di cibo e riqualificazione urbana, argomento molto attuale trattato anche all’Expo 2015. Ad interrogarsi su come riqualificare e rendere più fruibile la città saranno il segretario generale della Fondazione Symbola Fabio Renzi, l’architetto Domenico Potenza, l’imprenditore Antonio Inglese, il presidente del Parco nazionale del Gargano Stefano Pecorella, lo chef Peppe Zullo, il cofondatore della “Taverna del Gufo” Roberto Telesforo, la dirigente delle sezioni turismo, attività culturali e beni culturali della Regione Puglia Silvia Pellegrini. A moderare la tavola rotonda sarà la giornalista Antonella Caruso.

Alle 20.30 continuerà la festa in strada con il tour delle street band tra piazza Cattedrale, piazza Mercato e piazza Purgatorio.

Anche durante la giornata di sabato 16 aprile sarà aperta al pubblico, dalle 9 alle 13 e dalle 19 alle 23, la mostra fotografica “Il cibo ritrovato” di Monica Carbosiero, nella sala Diomede del Museo Civico.

In occasione di “Libando Viaggiare Mangiando” saranno aperti gli Ipogei e la Chiesa di Santa Maria della Misericordia, dal 15 al 17 aprile, dalle ore 20 alle 23.

“Libando, viaggiare mangiando” vanta il patrocinio di Regione Puglia, PugliaPromozione e Fondazione Symbola.

Comments