HomeLa pizzaNord - La pizza della domenicaMilano: la pizza pomodorini gialli e burrata di Marghe

Milano: la pizza pomodorini gialli e burrata di Marghe

Marghe Pizza

Diciamolo subito: Aversa sarà anche la nuova mecca della pizza napoletana ma in Lombardia non stanno a guardare.

     Milano è in forte ascesa da anni e lo testimoniano le recenti aperture di Starita (115 anni di storia) e Sorbillo (più di 80): nelle vesti di illuminati ambasciatori della tradizione, e coadiuvati dai giovani talenti artigiani sbocciati sul territorio meneghino (Vincenzo Capuano, Nanni Grande, Daniele Ferrara, etc.), stanno operando una graduale, ma importante trasformazione delle abitudini e dei gusti dei milanesi. Ne parleremo sempre più spesso, quindi occhio a queste righe.

     Marghe, la recente apertura di Matteo Mevio – scuola Sorbillo – è uno degli approdi fondamentali per chi è in cerca di una buona pizza napoletana a Milano.

Abbiamo provato la pizza speciale della settimana

     Pomodorini gialli di Casa Barone, burrata pugliese a km0 (Orobianco), olio d’oliva extravergine e pepe. Una pioggia di basilico di Pra’, delicato e profumatissimo. In linea con le tendenze esplorative dei giovani talenti – e Matteo è sicuramente tra questi – l’impasto è super leggero, con farina 1, lievitato 48 ore a temperatura ambiente e steso in modo da donare alla pizza un cornicione soffice e basso, in pieno omaggio al “Maestro” (Sorbillo).

     La pizza di Marghe è un eccellente mix di componenti innovative e tradizionali e questo “concept” si rispecchia anche negli arredamenti: curati, funzionali, appena eleganti, ma molto conviviali.

     Nello scenario di Milano sicuramente un nuovo punto fermo.

Comments

Written by

Ho più di 35 anni, non sono diplomato all’UCLA e non figuro nella lista delle persone più ricche del mondo. Ma ho una vera e propria ossessione per la pizza napoletana. Mi guadagno da vivere con il digital marketing, ma la pancia l’ho “guadagnata” con i carboidrati. Un anno fa ho fondato “Io e Margherita”, il primo account Instagram dedicato esclusivamente alla regina delle pizze (indovinate quale?): per stilare schede, recensioni e pagelle giro per Milano almeno una volta a settimana, forse due, senza posate. Perché ricordate: la pizza va mangiata con le mani.