HomeL'editorialeVisioni territoriali‘MPUSTARELLE E SFOGLIATELLE

‘MPUSTARELLE E SFOGLIATELLE

img_9500

Una serata tra dolce e salato presso “O Sfizio ‘da Notizia”

     Il vulcanico Enzo Coccia ne ha estratta un’altra dal cilindro. Per la serie di incontri “Assagiamo la storia di Napoli” – in cui vengono presentati prodotti dell’arte bianca con altri della pasticceria partenopea – Enzo, insieme al suo collaboratore Eduardo Ore, ha organizzato il 17 ottobre scorso una serata dal nome “Mpustarelle e Sfogliatelle”, coordinata dalla giornalista Laura Gambacorta con la partecipazione del giornalista esperto di tradizione gastronomiche Campane Fabrizio Mangoni.

img_9481

     All’ “O Sfizio ‘da Notizia”, dove a farla da padrona è la pizza fritta, un ruolo sempre più significativo lo sta prendendo anche la ‘Mpustarella, la classica “marenna” napoletana che Enzo insieme ad Eduardo e a Massimiliano Malafronte dell’omonimo panificio di Gragnano, ha voluto recuperare dalla tradizione partenopea, realizzando un pane dall’incredibile morbidezza interna unita alla croccantezza esterna, frutto di un impasto realizzato con una miscela di farine Dallagiovanna appositamente realizzate, unite ad un doppio prefermento (Biga e lievito madre) e ad una doppia cottura.

Tre tipologie di ‘mpustarelle sono state presentate

     Una con pomodorini datterini freschi, pecorino bagnolese semistagionato, bresaola di bufala consorzio Alba, rucola ed olio extravergine Dop, seguita da ‘mpustarella con scarola riccia cruda, pomodorini semisecchi, olive nere di Gaeta, Lardo di Colonnata Igp, melanzane sottolio e per concludere ‘mpustarella con provola da latte vaccino, soffritto e friarielli, adattissima all’imminente inverno.

img_9485

     La serata è proseguita con l’assaggio di tre tipi di sfogliatelle, introdotte dal racconto della storia della dolce partenopeo da parte di Fabrizio Mangoni, realizzate da tre maestri pasticcieri: Ciro Scarpato ha realizzato la Sfogliatella Seicentesca,  Salvatore Capparelli che ha presentato una clamorosa la Sfogliatella “Santa Rosa” e per concludere Vincenzo Mennella che ha portato in tavola la Sfogliatella Classica.

     Il tutto accompagnato dalle birre “Menabrea”.

Una serata che ha dimostrato per l’ennesima volta come tradizione e modernità, quando camminano a braccetto, possono dar vita a qualcosa di sorprendente.

Comments

Written by

Di Roberti Enrico (Napoli 24-04.1977) Sono un giovane ( o quasi) avvocato di Marigliano ( ma cresciuto ad Acerra) con la passione della scrittura, dell'enogastronomia e della pizza in particolare. Da ragazzo sono stato vicedirettore del giornale acerrano, il "Tablò" dove mi sono occupato di cultura e politica locale. Nel 2013 apro il mio blog "Pizza Passione Napoletana" con l'intento di far conoscere al pubblico tutto ciò che riguarda la pizza ed i pizzaioli napoletani, con un occhio di riguardo per le pizzerie "di periferia" poco conosciute alla movida del fine settimana.