HomeNotizieFoodnews ed eventi“Note di Rosato” in scena a Poggio di Luna

“Note di Rosato” in scena a Poggio di Luna

note di rosato

     La cena degustazione in collaborazione con la Cantina Giancarlo Ceci

      Un’atmosfera unica e speciale ha caratterizzato la serata “Tra Stelle e Bollicine”, andata in scena il 13 luglio scorso a Poggio di Luna, che ha visto la creazione di un binomio perfetto tra lo Champagne Encry e i sapori del Gargano.

     I presenti hanno avuto la possibilità di viaggiare con i sensi alla scoperta delle colline e dei frutti della Côte des Blancs, accompagnati da Enrico Baldin.note di rosato

     Venerdì 27 luglio a Poggio di Luna – il Relais enogastronomico a pochi chilometri da Peschici, immerso nel cuore del Parco Nazionale del Gargano – il viaggio continua con un altro evento a tema organizzato da Catia Sciotti.

     “Note di Rosato” è il nome scelto per la cena degustazione che vedrà protagonisti i vini della Cantina Giancarlo Ceci in abbinamento ai piatti dello chef  Victor Ferreira Martínez

     Ricco menù per questa nuova serata: si parte con i finger food vegetables, preparati con le verdure dell’orto di Poggio di Luna (curato con dedizione da Giovanni, il papà di Catia), a cui segue la parmigiana gourmet fatta sempre con le melanzane dell’orto e la passata di pomodoro prodotta dall’azienda Ceci con metodo di coltivazione biologico e  biodinamico.

     Ad accompagnare i piatti sarà Parco Petrullo, vino rosato D.O.C. Castel del Monte, un biologico prodotto dalla vinificazione in purezza di uva Nero di Troia, che è stato inserito nell’annuario dei migliori vini italiani 2018 di Luca Maroni.  note di rosato

     In abbinamento al cosciotto di capretto, cotto a basse temperature e servito con una nuvola soffice di patate, sarà il Parchitiello, vino rosato D.O.C.G. Castel del Monte (100% Bombino Nero).

     Un vino non solo biologico ma anche certificato vegano, che ha ottenuto molte segnalazioni:

     è nella Guida Vinibuoni d’Italia Touring Club Italiano e nella Guida Oro I vini di Veronelli 2018.

     A chiudere la cena degustazione sarà il dessert a base di crema dolce al mascarpone con pere Santo Stefano, sempre dell’azienda Poggio di Luna, accompagnato da Apnea Rosè, vino spumante Brut I.G.P. Puglia, inserito anch’esso nella Guida Oro I vini di Veronelli 2018.

     A raccontare i vini sarà Giancarlo Ceci in persona, patron della cantina che ha radici profonde.

     Da circa duecento anni, infatti, la famiglia Ceci si dedica con cura alla terra e ai suoi frutti.

     Giancarlo Ceci racconta che ha data continuità alle tradizioni agricole familiari nel pieno rispetto dell’ambiente:

     “Io sono nato e vissuto in questa azienda che si tramanda da otto generazioni.

     La mia infanzia e adolescenza a contatto con la natura ha creato un legame indissolubile con essa”.

      Nel 1988 ha convertito l’azienda al biologico e nel 2011 l’ha trasformata in azienda biodinamica, dando grande attenzione al controllo di tutta la filiera produttiva.

     La stessa attenzione che Catia Sciotti ripone nella tradizione, nel valore della terra e dei suoi frutti, assicurando agli ospiti di Poggio di Luna un’esperienza gastronomica unica, capace di far scoprire sapori antichi che vengono custoditi gelosamente.

     A fare da colonna sonora alla cena degustazione “Note di Rosato” sarà il sax di Antonio Pizzarelli, artista che ha intrapreso la carriera musicale come clarinettista all’età di 8 anni.

     Antonio ha collaborato con artisti importanti, fra cui Vinicio Capossela, David Riondino e Teo Ciavarella, e ha partecipato a rassegne e festival come La Notte della Taranta, il Carpino Folk Festival e Festambiente Sud.

 

Comments