HomeTestati per voiDolci e gelatiLa ricetta del pan brioche al pistacchio

La ricetta del pan brioche al pistacchio

pan brioches al pistacchio

     Al solito, le mie ricette nascono per caso, come quei giochi che si fanno associando le parole, chi inizia? Il pistacchio.

     Stavolta il primo a parlare è stato un barattolo di pasta di pistacchio, volevo fare dei panini dolci e ho pensato di sostituire il burro con questa splendida crema!

     Poi ho aperto la dispensa in cerca della farina giusta e mi hanno strizzato l’occhio due sacchetti, anzi tre: uno di pistacchi di Bronte, uno di mandorle di Noto e uno di sesamo bianco.

     Ingredienti che fanno tanto Sicilia, se poi hai in mente di fare una specie di maritozzo, beh, ti manca solo il gelato… a proposito, quello mettetelo voi, io mi limito a darvi la ricetta 😀

Ingredienti

  • Farina tipo 1 forte: 500 gr
  • Acqua: 125 gr
  • Pasta madre rinfrescata due volte: 150 gr
  • Sale: 12,5 gr
  • Zucchero: 125 gr
  • Uova intere: 125 gr
  • Latte in polvere: 30 gr
  • Pasta di pistacchi: 100 gr

Per la finitura:

  • Semi di sesamo bianco
  • Fettine di mandorle di Noto non tostate
  • Fettine di pistacchi di Bronte non tostati
    Latte

pan brioches al pistacchio

Procedimento:

     Partite da un Lievito Madre in perfetta forma, rinfrescatelo almeno due volte prima di iniziare!

     Mettete tutti gli ingredienti, tranne la pasta di pistacchi e 25gr di acqua, in planetaria, impastate fino a incordare e senza far surriscaldare l’impasto. Se siete in estate, utilizzate ingredienti freddi.

     Aggiungete la pasta di pistacchi poco per volta e aggiustate la consistenza dell’impasto con l’acqua rimanente.

     Rovesciate sul piano leggermente imburrato, pirlate, riponete in una ciotola leggermente imburrata e lasciate lievitare a temperatura ambiente fino al raddoppio, ci potrebbe volere una notte intera.

     A questo punto rovesciate sul piano, dividete in tante parti da 60 gr, formate delle palline e mettete a lievitare fino al raddoppio. Scaldate il forno a 200°C, spennellate di latte, cospargete di semi, mandorle, pistacchi a piacimento, infornate e fate cuocere per 20 minuti circa e comunque fino a dorare perfettamente.

     A causa del latte in polvere e degli zuccheri, i panbrioche verranno abbastanza colorati ma, vi dirò, a me l’abbinamento del marrone con il verde pistacchio non dispiace affatto. Ci abbinerei un gelato al lampone o alla fragola 😀

Se avete dubbi o domande, venite a trovarmi sulla mia pagina Facebook.

Comments

Written by

Sono nato il 7 aprile del 1966 a Cagliari, dove vivo tuttora. Ho una laurea in ingegneria e lavoro nel settore ICT da tanti anni. Sono appassionato di cucina da quando ero ragazzino, con gli anni ho imparato a apprezzare le materie prime più genuine, la particolarità dei prodotti artigianali, sia che si parli di birre che di formaggi, salumi o lievitati: la mia ultima più grande passione. Aldilà della cucina, che continuo comunque a esplorare, ogni minuto libero lo dedico alla panificazione. Vivendo in Sardegna, ho iniziato a sperimentare con gli sfarinati di grano duro, che trovo praticamente a km 0, e con ricette della mia terra. Mi piace però utilizzare anche farine di grano tenero, magari provenienti dalla macinazione di grani antichi. Prendo spunto dalla tradizione ma applico quelle tecniche di panificazione moderna che tendono a salvaguardare la materia prima in termini di profumi, sapori e valori nutrizionali. Prediligo l'utilizzo della Pasta Madre ma senza estremismi. Il mio motto è less is more, meno manipolo la materia prima, più sono contento!