HomeLa pizzaSud - La pizza del sabatoLa pizza “Acqua e Sale”

La pizza “Acqua e Sale”

acqua e sale

     Oggi per la “pizza del Sabato” vi portiamo a Napoli, precisamente a Via Manzoni. Qui, al civico 276, ha da pochi mesi aperto un nuovissimo locale dagli arredi moderni: “Acqua e Sale”.

     Il locale, gestito dal giovanissimo Gabriele Basile, si trova all’ombra della famosa Torre Ranieri, uno degli edifici storici partenopei. Di stampo alto-medievale, la torre a quattro piani delimita la fine dell’odierna via Manzoni, che di lì in poi prosegue verso la discesa panoramica che conduce a Posillipo.

“Acqua e Sale” propone una cucina tipica napoletana, fatti di sughi e sfizi “napulegni”.

acqua e sale

     Una delle pizze must del locale, di cui vogliamo parlarvi, è quella omonima: la pizza “Acqua e Sale”.

     Non lasciatevi ingannare dal nome. Questa pizza non è fatta con frutti di mare, o pesce azzurro. La pizza “Acqua e Sale” è un incredibile trionfo di sapori ed opulenza. Il cornicione è ripieno di parmigiana di melanzane, il disco di pasta è condito da passata di pomodoro, quindi bufala affumicata e infine polpette al ragù sbriciolate. La pizza viene cotta a bocca di forno per permettere all’abbondante cornicione di cuocere a dovere. All’uscita una spolverata di pepe nero, un giro d’olio e si va a tavola.

     Ogni boccone è un trionfo per le papille gustative, merito certamente dell’artigianalità e bontà della materia utilizzata (nota: parmigiana e polpette vengono preparate ogni giorno secondo le ricette classiche napoletane).

     E’ una pizza che non si può non provare almeno una volta!

Comments

Written by

Sono nato a Napoli nel 1991, vissuto da sempre nella piccola Pomigliano d’Arco, in periferia. Non ho grande tradizione gastronomica in famiglia, non ho avuto la classica “nonna napoletana” o altri luoghi comuni in questo senso. La passione per il cibo nasce piuttosto recentemente, in età già adulta, e con spirito da autodidatta. Mi piace cucinare e mi appassiona principalmente la lievitazione. Sono laureato magistrale con eccellente voto finale in Progettazione e Gestione dei Sistemi Turistici con una tesi di ricerca sul social marketing in campo enogastronomico e caso studio su EXPO 2015. Anche grazie ad un po’ di fortuna sono riuscito a trasformare la passione in lavoro, ed oggi sono orgogliosamente un consulente enogastronomico per la Catalano Consulting.