HomeLa pizzaPrimo Galà del pizzaiolo

Primo Galà del pizzaiolo

gala del pizzaiolo

Il 15 gennaio 2018 si è tenuto,
presso il ristorante delle piscine della Mostra d’Oltremare di Napoli,
il primo “Gran galà del pizzaiolo”.

     L’evento, organizzato dalla BC Communication di Brunella Cimadomo su iniziativa di Attilio Albachiara, presidente dell’Associazione Mani d’oro, è stato ideato dopo il riconoscimento dell’arte del pizzaiolo napoletano quale patrimonio immateriale dell’umanità da parte dell’Unesco, ponendosi come occasione di incontro e di discussione tra le varie associazioni e i protagonisti, a vario titolo, del mondo pizza, per analizzare le potenzialità e le prospettive di questa antica arte.

     Tantissimi gli intervenuti alla serata, a cominciare dai presidenti delle Associazioni, Antonio Pace per l’Associazione Verace Pizza Napoletana, Sergio Miccù, rappresentato per l’occasione dal suo vice Umberto Fornito e da Raffaele Biglietto per l’Associazione Pizzaiuoli Napoletani e Antonio Starita per l’Unione Pizzerie Storiche Napoletane (Le Centenarie), nonché dei rappresentanti delle pizzerie storiche della città.

     I rappresentanti delle tre associazioni hanno sottolineato l’importanza della professione di “pizzaiuolo”, anche alla luce del nuovo riconoscimento. Una professione che già da tempo si cerca di tutelare e investire della giusta importanza, tanto che, come ha ricordato il presidente Pace, già alla fine degli anni ’80, per la stesura del disciplinare della pizza napoletana si fece ricorso all’aiuto di docenti dell’Università Federico II.

     A favore della tutela e della promozione del “mestiere di pizzaiuolo” si sono pronunciati anche i rappresentanti delle altre due associazioni. In particolare Umberto Fornito ha sottolineato l’importanza della formazione suggerendo l’inserimento negli Istituti Alberghieri del diploma di “addetto ai servizi di pizzeria”.

Numerosi anche i rappresentanti delle istituzioni

     A cominciare dal sindaco di Napoli, Luigi De Magistris che ha voluto presenziare personalmente alla serata e che, durante il suo intervento, ha sottolineato l’importanza che questi traguardi raggiunti dal “mondo pizza” rappresentano per un rilancio dell’immagine della città nel mondo.

     Franco Alfieri, Capo della segreteria politica del presidente della Regione Vincenzo De Luca, ha parlato dell’importanza nel mondo del cibo italiano, e della centralità della Regione Campania in questo settore, prima in Italia per numero di prodotti alimentari tipici protetti, dell’indotto creatosi grazie alla crescita del settore enogastronomico e del ruolo svolto dalla Regione nell’incremento del settore.

     Borriello, direttore Ismea e Limone, direttore Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno, hanno elogiato l’importanza del risultato ottenuto grazie al lavoro di squadra svolto e delle potenzialità ancora da sviluppare nel settore anche grazie alla giusta formazione.

     Presenti anche Giuseppe Oliviero, vice presidente nazionale del CNA e il senatore Bartolomeo Amidei primo firmatario della proposta di legge per l’istituzione dell’Albo Nazionale dei pizzaioli nonché la delegata del sindaco all’Autonomia della città, Flavia Sorrentino.

Importanti anche le voci degli imprenditori del settore

     Tra i quali Riccardo Agugiaro per “Farina 5 stagioni”, che auspica una unità nazionale a livello nazionale per le associazioni di pizzaioli, Ferdinando Marana di “Marana Forni”, Francesco Franzese de “La Fiammante”, Domenico Raia di “Raia Horeca”, tutte aziende legate al settore ristorativo e, della pizza in particolare e Vincenzo Borrelli, amministratore “Sire ricevimenti” che ha curato, grazie alla organizzazione di BC Communication, lo svolgimento della cena di gala, anche lui sostenitore dello sviluppo della figura del pizzaiolo attraverso una opportuna formazione.

     Significativa anche la presenza della presidente della Mostra D’Oltremare, Donatella Chiodo, che ha confermato l’appoggio della location fieristica alle manifestazioni che danno risalto al ruolo del pizzaiolo e del settore in generale.

     Grande la soddisfazione degli organizzatori, Attilio Albachiara, che si è reso negli ultimi mesi promotore di un lavoro di rivalutazione della figura del pizzaiolo, riuscendo nel non facile compito di riunire, come appunto è successo proprio grazie a questa serata, le varie associazioni e i vari operatori del settore e Brunella Cimadomo di BC Communication, felice per l’occasione di crescita e confronto offerta ai protagonisti del “mondo pizza”.

La foto in evidenza è stata reperita in internet e non è di nostra proprietà.

Comments

Written by

Calabrese, un po' lucana, napoletana per residenza, mamma e moglie per "famiglia", avvocato per l'albo, "cucinatrice" (non ho presunzione di chiamarmi "cuoca") ed assaggiatrice per passione. Mi piace parlare di cibo, cucinato da me, da altri, anche solo visto o annusato. Certamente curiosa.