HomeRicetteCucina ebraica: albondiga ferrarese

Cucina ebraica: albondiga ferrarese

IMG_8329

Buongiorno, sono Nina Bianchin – chef patron del ristorante di cucina ebraica La Zucca di Dro. Anche se siamo in Trentino, mi piace cominciare questa piccola rubrica dedicata alla cucina ebraica presentandovi una preparazione dalle radici storiche importanti e basate sull’antica cucina ferrarese. La Comunità Ebraica ferrarese è una delle più numerose d’Italia, e la sua albondiga – una preparazione a base di carne nata per nutrire i signori del 1500 – è l’immagine gastronomica di una comunità generosa, vivace e di gran carattere.

     L’albondiga ferrarese è un disco di carne macinata di vitello da cuocere in padella. Ecco come si prepara!

Ingredienti

  • 3 kg di vitello
  • 2 uova sode
  • dragoncello
  • semi di finocchio
  • chiodi di garofano
  • cannella
  • noce moscata
    (Volendolo fare in versione polpettone, anche 100 gr di uva sultanina)

     La particolare difficoltà del realizzare la ricetta dell’albondiga dal gusto perfettamente bilanciato sta nel dosare le spezie: non fatevi scoraggiare all’inizio e assaggiate di volta in volta, mano a mano che aggiungete gli odori. Quando avrà raggiunto il sapore di casa, di famiglia, di abbraccio della nonna “che non mangi abbastanza” e di serata davanti al caminetto, sarà pronto per cuocere a fiamma moderata, nella tranquillità del pregustare una cena antica – dal sapore incredibilmente comfort.

Comments