HomeNotizieFoodnews ed eventiIn The Kitchen Tour: una giornata “Chic”

In The Kitchen Tour: una giornata “Chic”

img_9288

Una giornata all’insegna del dialogo, della conoscenza e della improvvisazione.

     Ecco come può essere definita l’evento “In the Kitchen Tour”, prima tappa della giornata organizzata, presso la meravigliosa struttura AquaPetra Resort e Spa di Castelvenere,  dalla associazione “CHIC” (Charming Italian Chef) diretta da Raffaele Geminiani e Marco Sacco,  che vede tra i protagonisti rinomati chef stellati e noti pizzaioli della nostra regione, con il supporto della giornalista enogastronomica Laura Gambacorta, che ha fatto da apripista alla serata di gala che ha visto ai forni quattro campioni come Enzo Coccia, Franco Pepe, Giancarlo Casa e Renato Bosco.

Protagonisti della mattinata sono stati i soci CHIC

     Paolo Barrale del Ristorante Marennà di Sorbo Serpico (AV), Renato Bosco della Pizzeria Saporè a Verona, Giancarlo Casa della Pizzeria La Gatta Mangiona di Roma, Gianluca D’Agostino del Veritas Restaurant a Napoli, Angelo D’Amico, Edi Dottori di Sala Della Comitissa a Baschi (TR), Eduardo Estatico di JKitchen – Hotel J.K. Place di Capri (NA), Pier Giorgio Parini di Rimini, Franco Pepe della Pizzeria Pepe In Grani di Caiazzo (CE), Antonio Pisaniello de La Locanda di BU di Nusco (AV), Lino Scarallo di Palazzo Petrucci a Napoli, Cristian Torsiello dell’Osteria Arbustico a Valva (SA), Luciano Villani de La Locanda del Borgo presso Aquapetra Resort & Spa di Telese Terme (BN).

Al loro fianco

img_9246_modificata

     Alcuni dei più importanti rappresentanti della cucina e della pizza di eccellenza della Campania e non solo: Mario Affinita del Don Geppi di Sant’Agnello di Sorrento (NA), Mirko Balzano, Paola Cappuccio della Pizzeria Verace di Portici (NA), Marco Caputi del Ristorante Maeba di Ariano Irpino (AV), Alfonso Crisci della Taverna Vesuviana di San Gennaro Vesuviano (NA), Davide Fiorentini della Pizzeria ‘O Fiore Mio di Faenza (RA), Francesco Fusco del Ristorante-Orto Il Moera di Avella (AV), Francesco Gallifuoco della Pizzeria Franco di Napoli, Carmine Granato della Pizzeria ‘O Scialatiello di Marigliano (NA), Gianfranco Iervolino della Pizzeria Morsi e Rimorsi di Caserta, Salvatore Kosta della Grotta del Buono di Aversa (CE), Salvatore Lioniello della Pizzeria Da Lioniello di Orta di Atella (CE), Giovanni Mariconda e i Fratelli pizzaioli Tango di Degusta di Avellino, Angelo Mazzacane di Falernum di Pomigliano d’Arco (NA), Pina Molitierno della Gelateria Vanilla Ice Lab di Caserta, Luigi Salomone di Piazzetta Milù di Castellammare di Stabia (NA), Ciro Salvo della Pizzeria 50 Kalò di Napoli, Salvatore Savastano della Pizzeria Bella Napoli di Napoli, Francesco Spagnuolo di Morabianca di Mirabella Eclano (AV), Gioacchino Francesco Vorraro della Braceria Bifulco di Ottaviano (NA).

Spazio all’estro!

     Grazie alla presenza dei numerosi produttori presenti all’evento, chef e pizzaioli hanno potuto dare via libera al loro estro culinario per dar vita a pizze che, in alcuni casi, definire “gourmet” sarebbe  riduttivo.

     Certo alcuni abbinamenti erano decisamente “stravaganti”, ma tutte le pizze avevano quel “tocco d’autore” che le ha rese davvero particolari.

     Formaggi erborinati, filetti di ricciola, tartare di marchigiana, tartufi e fiori eduli si componevano per magia in un tripudio di colori, profumi e sapori sulle pizze, fino a realizzare, in alcuni casi delle vere e proprie opere d’arte.

     Certo, qualcuno di più tradizionalista potrà anche storcere il naso di fronte ad alcune delle pizze, ma si deve ricordare che il tema della giornata era quello della condivisione delle idee e dell’improvvisazione.

     Un plauso quindi all’ Associazione Chic per aver organizzato questo evento, con la speranza che possa ripetersi tante e tante volte ancora!

Comments

Written by

Di Roberti Enrico (Napoli 24-04.1977) Sono un giovane ( o quasi) avvocato di Marigliano ( ma cresciuto ad Acerra) con la passione della scrittura, dell'enogastronomia e della pizza in particolare. Da ragazzo sono stato vicedirettore del giornale acerrano, il "Tablò" dove mi sono occupato di cultura e politica locale. Nel 2013 apro il mio blog "Pizza Passione Napoletana" con l'intento di far conoscere al pubblico tutto ciò che riguarda la pizza ed i pizzaioli napoletani, con un occhio di riguardo per le pizzerie "di periferia" poco conosciute alla movida del fine settimana.