HomeVisitati per voiOsterieTrattoria Masella: la Campania che piace a noi

Trattoria Masella: la Campania che piace a noi

Trattoria Masella

     Siamo nel Sannio, provincia di Benevento, non lontano da Telese, famosa per le sue terme ma ormai anche per le sue “Stelle” culinarie…

    Perché, si sa, a noi piace parlare di cibo. E quando questo (buon) cibo appartiene ai nostri territori ci piace ancor di più ricordarlo, per far conoscere anche al di fuori delle nostre zone l’impegno, l’amore e la dedizione che i nostri “artigiani” del gusto continuano da anni a trasmettere nei loro prodotti.

Questa volta la nostra attenzione è stata attratta dalla Trattoria Masella di Cerreto Sannita.

Trattoria Masella

     Trattasi di una trattoria a conduzione familiare, nella quale si viene accolti all’interno di una sala con un grande camino, che subito contribuisce ad aggiustare un po’ l’umore grigio, causato dall’ennesima giornata uggiosa.

     La particolarità di casa Masella è la produzione in proprio di quasi tutto quello che viene portato in tavola, dagli ortaggi, ai legumi, ai salumi provenienti dai loro allevamenti di suini, un locale dalla filosofia “Slow”.

     E infatti si parte in modo accattivante con un aperitivo della casa composto da una coppa di testa, cotta o ncott secondo la tradizione locale, servita su una sorta di focaccina di farina di mais, limone e insalatina a sgrassare il gusto pieno delle cartilagini del maiale.

Trattoria Masella

     Subito dopo è la volta dei salumi “di casa” tra i quali spiccano sicuramente un eccezionale culatello e un ottimo lardo che in cucina usano anche per i primi “allardiati”.

Scegliamo di proseguire con un assaggio di zuppe, altro pezzo forte del locale.

     Qui lo chef, Dino Masella, riesce a dare il meglio di sé con un susseguirsi di sapori e sensazioni legate alla tradizione della cucina contadina.

     Pane cotto e fagioli, ceci e porcini, fagiolo cerato e castagne, minestra maritata, zuppa di cardilli, tutte ugualmente buone e ben eseguite.

     Il fagiolo cerato viene prodotto nei terreni della famiglia e nell’aspetto ricorda vagamente il cannellino. In cottura ha la particolarità di cambiare il suo colore diventando di un marroncino tendente al bordeaux, dalla consistenza delicata e dal sapore nel contempo deciso seppur dolce.

Trattoria Masella

Fagiolo cerato e castagne

     Menzione a parte per la zuppa di cardilli, una zuppa antica per la quale in passato si preparava una focaccia di farina di mais, cicoli e pepe che veniva cotta su una tipica pietra lavica riscaldata sulla fiamma del camino. Questa focaccia veniva poi pasticciata con verdura lessa, cardilli (Sonchus asper), minestra di campagna o rape.

     Noi abbiamo mangiato la versione con la focaccia di farina di mais macinata a pietra e cardilli: davvero sorprendente!

     Buona fattura per i primi, gnocchi fatti in casa in varie declinazioni, pasta e ceci, paccheri allardiati e  ziti con ragù pecorino e noci…tutto gradevole ma, a mio parere, la migliore esecuzione è quella della pasta, fatta a mano con farina Senatore Cappelli, e ceci di loro produzione, piccoli e gustosi.

Si passa poi alle carni, prevalentemente da animali dei loro allevamenti, in particolare il maiale.

Trattoria Masella

Gnocchi ai porcini

     Sontuoso lo stinco arrosto con patate, morbido e succulento ma interessantissima, sempre nella scia della tradizione la salsiccia d’poc, una variante della salsiccia pezzente realizzata con le parti povere del maiale, appassita e cotta, sotto la cenere, in un cartoccio di minestra di campagna. Una interessante scoperta, un gusto forte che diventa ancora più intenso con l’utilizzo della foglia di minestra.

     Segue piccola degustazione di formaggi accompagnati dalle loro confetture e chiusura con qualche dolce della casa o con simpatici biscotti secchi accompagnati dai loro distillati.

     Piccola cantina incentrata sulla Campania, con prevalenza del Taburno e del Sannio.

     Affianca il locale la bottega nella quale si possono acquistare molti dei prodotti provati a tavola, dalle confetture ai salumi, dalle verdure sott’olio ai legumi.

Trattoria Masella

Paccheri Allardiati

     A disposizione degli ospiti anche qualche camera per chi decide di trascorrere il weekend in zona!

     La famiglia Masella è tutta impegnata nella gestione del locale e della attività collaterali. In sala e nella bottega, Filomena e Giovanna, sorelle dello chef. Gli altri componenti nei campi e negli allevamenti.

     Un grande esempio di azienda locale che continua a lavorare e produrre, con grande serietà e rispetto per la materia prima, nonostante tutte le difficoltà a cui quotidianamente sono esposte queste piccole realtà.

     Sicuramente da premiare per impegno e qualità.

Trattoria Masella
Via Pezza Longa, 42
Cerreto Sannita (BN)

Trattoria Masella

La Bottega

Comments

Written by

Calabrese, un po' lucana, napoletana per residenza, mamma e moglie per "famiglia", avvocato per l'albo, "cucinatrice" (non ho presunzione di chiamarmi "cuoca") ed assaggiatrice per passione. Mi piace parlare di cibo, cucinato da me, da altri, anche solo visto o annusato. Certamente curiosa.