Troccoli con julienne di melanzane, zucchine, pomodoro secco e formaggio dei poverelli. Una ricetta di Dario Perrella.

Vi è mai capitato di non riuscire ad utilizzare degli scarti di cucina?
Ad esempio … dopo aver affettato le melanzane per la parmigiana, oppure le zucchine per scottarle sulla brace, con le estremità cosa ci fate?
E con il pane raffermo in dispensa?
Questo piatto è nato proprio dalla necessità di trasformare queste rimanenze rendendole gloria in un piatto molto succulento!

Ecco gli ingredienti (per 2 persone):
120 gr di troccoli (detti in dialetto Zoca ‘mpiett – alla lettera “affoga in gola”)
4 estremità di melanzane tagliate a julienne
6 estremità di zucchine tagliate a julienne
8 pomodori semi-dry
una manciata di mollica di pane raffermo
1 spicchio d’aglio
canestrato di pecora 6 mesi q.b.
olio EVO, sale, pepe, ghiaccio q.b.

Condire la mollica di pane con l’olio EVO, il canestrato, mezzo spicchio d’aglio tritato, il pepe.
Assaggiare, regolare di sale e dorarlo in una padella antiaderente con un filo d’olio. Mettere da parte.
Scottare la julienne già preparata in padella a fuoco abbastanza tenace e quando è ben rosolata spegnere il fuoco e aggiungere una manciata di ghiaccio per bloccare la cottura e vivacizzare i colori delle verdure.
Cucinare i troccoli in abbondante acqua poco salata. Una volta al dente scolarli e passarli in padella finendo la cottura nella base precedentemente preparata. Aggiungere anche il pomodoro semi-dry. Mantecarli leggermente con il canestrato regolare di sale e servirli cospargendoli con una manciata generosa di formaggio dei poverelli.

di Dario Perrella
Agriturismo “Al Celone”
Foggia
[slideshow_deploy id=’11694′]

  • ..grande classico dell’Agriturismo Al Celone..grazie Giustino Catalano per la pubblicazione..

    Dario Perrella 13 agosto 2015 23:51 Rispondi
  • Ho provato la ricetta, sostituendo il canestrato col caprino che avevo in frigo, trattandosi di una ricetta per sfruttare gli avanzi…Buonissimo!

    Ivana Tresca 8 settembre 2015 13:00 Rispondi
    • Grazie per aver condiviso con noi la tua prova Ivana. Dario, mio tramite, si complimenta per la scelta del caprino che ritiene un’eccellente alternativa.
      Giustino Catalano

      diTesta&diGola 9 settembre 2015 9:46 Rispondi
    • ..hai portato avanti la filosofia del piatto..mi fa piacere!..complimenti!!..

      Dario Perrella 14 settembre 2015 9:45 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *