A Natale in Gran Bretagna berranno un “cavolo” di Gin!

gin

È tutta anglosassone la nuova moda che da qualche anno porta la Pickering di Edimburgo a distillare materie prime strambe ottenendo ottimi gin, il più delle volte ideali per la miscelazione.

Contrariamente a quanto si può pensare il distillato in questione, che sta facendo impazzire i britannici, è ben lontano dal forte odore rilasciato da questo germoglio in fase di lessatura. Il prodotto della distillazione, come sovente accade per prodotti che in partenza ci farebbero dubitare di un buon risultato, è dolce e con note nocciolate piuttosto marcate.

La produzione annuale, ottenuta da 10.000 cavoletti, equivalenti a circa 220 kg. Provenienti dalla Contea scozzese del Perthshire è stata già in gran parte ordinata nei famosi set di Natale che la Pickering lancia ogni anno.

I set dal suggestivo nome “palline di gin aromatizzate a festa” a sole 25 sterline include 5 palline da 50 ml. da appendere all’albero in vetro con altrettanti gin. I gusti: clementina, mirtilli, pera e cannella, budino di fichi, prugne e zenzero e il Bruxelles Gin.

Questo il nome dato al verdissimo gin ottenuto con i cavoletti che benché al naso debba vincere più di qualche reticenza al gusto si fa perdonare ogni dubbio con un grande equilibrio e marcata dolcezza e note di frutta secca a guscio, in particolare nocciola.

Brussels Sprout Cocktail

Matt Gammel che è capo distillatore e cofondatore dell’azienda ha dichiarato che questo gin è molto importante per l’azienda perché proviene da un lotto di cavoletti che sarebbero andati persi perché sfuggiti ai normali tempi di vendita di un’azienda di produzione di ortaggi del Perthshire.

Proprio in virtù del fatto che si tratta di un dono di un prodotto parte del ricavato andrà in beneficenza per la campagna natalizia “Contact the Elderly’s Community” che fornisce amicizia e compagnia alle persone anziane sole che per la loro condizione trascorrerebbero il Natale in totale solitudine.

A chi venisse in mente di prepararsi un bel cocktail con questo gin la Pickering’s dà una ricetta davvero esclusiva con un nome molto suggestivo.

“Amalo, odialo” (“Love it, Hate it”):

50ml Pickering’s Brussels Sprout Gin

3 pezzo di cetriolo fresco di circa 6 centimetri

20 ml di lime fresco

20 ml di sciroppo di zucchero

2 zeste di arancia

1 acqua tonica ai fiori di sambuco (o in alternativa una tonica e 5 ml di sciroppo di sambuco)

Cavoletti di Bruxelles e rosa di cetriolo ricavata da un pezzo tagliato torno tornosottilmente

METODO

Mescola il cetriolo a fettine nello shaker. Aggiungi il ghiaccio e tutti gli altri ingredienti tranne la tonica ai fiori di sambuco e agita vigorosamente per 15-20 secondi. Versa il tutto in un bicchiere raffreddato tipo balloon, versa sopra l’acqua tonica ai fiori di sambuco e guarnisci con un cavoletto tagliato a metà e una “rosa” di cetriolo.

Di formazione classica sono approdato al cibo per testa e per gola sin dall’infanzia. Un giorno, poi, a diciannove anni è scattata una molla improvvisa e mi sono ritrovato sempre con maggior impegno a provare prodotti, ad approfondire argomenti e categorie merceologiche, a conoscere produttori e ristoratori.
Da questo mondo ho appreso molte cose ma più di ogni altra che esiste il cibo di qualità e il cibo spazzatura e che il secondo spesso si mistifica fin troppo bene nel primo.
Infinitamente curioso cerco sempre qualcosa che mi dia quell’emozione che il cibo dovrebbe dare ad ognuno di noi, quel concetto o idea che dovrebbe essere ben leggibile dietro ogni piatto, quella produzione ormai dimenticata o sconosciuta.
Quando ho immaginato questo sito non l’ho pensato per soddisfare un mio desiderio di visibilità ma per creare un contenitore di idee dove tutti coloro che avevano piacere di parteciparvi potessero apportare, secondo le proprie possibilità e conoscenze, un contributo alla conoscenza del cibo. Spero di esservi riuscito.
Il mio è un viaggio continuo che ho consapevolezza non terminerà mai. Ma è il viaggio più bello che potessi fare.

Comments are closed.