Apre Sana 2022

blank

Bologna Fiere inaugura la 34esima edizione di Sana, il Salone Internazionale del Biologico e del Naturale, che fino all’11 settembre ospiterà 700 espositori su 6 padiglioni e oltre 150 buyer da 30 Paesi del mondo.

Un’edizione che guarda soprattutto alla sostenibilità e alle nuove tecnologie, ad esempio con SanaTech, la rassegna internazionale della filiera produttiva del biologico e del naturale che si dedica tra le altre cose al contributo dell’intelligenza artificiale all’agricoltura a fronte della crisi idrica.

Quella del 2022 di Sanaè un’edizione che torna in presenza, registrando il boom del biologico in Italia dell’ultimo periodo, con un exploit soprattutto dell’export che arriva al 6% per l’agroalimentare e all’8% per quanto riguarda il vino, ma anche con una grande crescita dei consumi fuori casa, dei mercatini e dei discount.

Una grande opportunità anche a fronte della crisi energetica.

“L’agricoltura biologica – sottolinea Coldiretti – consente di tagliare di un terzo i consumi energetici attraverso l’utilizzo di tecniche meno intensive, le filiere corte e la rinuncia ai concimi chimici di sintesi prodotti con l’uso di gas, tanto che i terreni coltivati a bio in Italia hanno raggiunto quasi 2,2 milioni di ettari in Italia, il massimo di sempre”.

Tra i tanti eventi e workshop, in programma nel corso della kermesse Sana – alla cui apertura hanno preso parte anche il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini e il sindaco di Bologna, Matteo Lepore – spiccano gli Stati Generali del bio, l’8 e il 9 settembre, con rapporti e analisi sui numeri e sui dati del biologico in Italia.

Inizia a digitare per vedere i post che stai cercando.