Carne alla griglia: ecco le regole d’oro per una scelta più sana

barbecue

Croccante, gustosa, succulenta, la carne alla griglia è una tentazione alla quale è difficile rinunciare, soprattutto in estate.

Negli ultimi anni, però, numerose ricerche scientifiche hanno evidenziato come hamburger, salsicce, arrosticini e altre prelibatezze grigliate possono causare gravi danni alla salute causati dagli idrocarburi policiclici aromatici (PAH) e dalle ammine eterocicliche.

Oltre ad essere responsabili del gusto squisito della parte croccante e abbrustolita, queste sostanze sono cancerogene in caso di un consumo eccessivo e frequente di carne, soprattutto rossa e lavorata.

Ciò non vuol dire che il barbecue deve essere totalmente abolito. Basta prepararlo una volta ogni tanto, senza esagerare con le porzioni e seguendo dei piccoli accorgimenti.

Esistono, infatti, 5 regole d’oro per una grigliata più sana:

1) Togli il grasso dalla carne prima di iniziare la cottura sulla griglia

Il grasso, infatti, può gocciolare nel fuoco della griglia, provocando fiamme e fumo a loro volta contenenti gli idrocarburi aromatici policiclici.

La regola riguarda anche il pollo ed il pesce.

Limita i tempi di cottura per non far bruciacchiare troppo il cibo. Il nero e le parti bruciate vanno sempre scartate.

2) Prima di grigliare la carne, mettila a marinare per almeno 30 minuti

La marinatura riduce al minimo gli elementi cancerogeni nell’alimento grigliato.

Gli ingredienti acidi come aceto, succo di limone o succo d’arancia sono particolarmente efficaci. Ma puoi provare anche la birra ed il vino.

3) Lava con cura la griglia dopo averla utilizzata

La cottura con una griglia pulita priva di carbone impedisce la contaminazione della carne con le sostanze nocive.

Assicurati, inoltre, che la spazzola/spugna per la pulizia del grill non abbia setole deboli che possano cadere sulla griglia e potenzialmente attaccarsi al cibo durante il barbecue successivo.

4) Usa le spezie per insaporire

Al sale preferisci sempre le spezie (maggiorana, salvia, timo, rosmarino, pepe ecc.) ricche di antiossidanti in grado di contrastare l’azione negativa delle sostanze tossiche.

5) Aggiungi ortaggi e verdure al tuo piatto

Affidati alla regola del piatto sano anche quando sei con gli amici a fare un barbecue:

25% proteine, in questo caso carne grigliata;
25% carboidrati, ad esempio pane integrale;
50% vegetali, come una ricca insalata di stagione.

Scegli le verdure e gli ortaggi di stagione come pomodori e peperoni, meglio se crudi perché contengono composti anti-tumorali che possono contrastare la formazione dei potenziali agenti cancerogeni.

Per maggiori informazioni visita il mio blog (QUI) e la mia pagina facebook (QUI).

nemi

Dietista, Nutrizionista, Specialista  in Scienze della Nutrizione Umana, Perfezionato in Fitoterapia. Docente al corso di Laurea in Dietistica e al Master di I e II Livello in Nutrizione dell’Università Cattolica di Roma (Policlinico Agostino Gemelli). Docente e Cultore della Materia in Endocrinologia e Nutrizione Umana presso Scienze Motorie, Università Cattolica Milano. Riceve presso lo studio medico di Roma, via di San Pancrazio 7A. Telefono: 06 96 70 18 88 – loretonemi@gmail.com – Sito webFacebook

Comments are closed.