Croissant industriali: aumentano scelta e qualità

blank

All’interno della categoria merendine, i croissant sono il secondo segmento del mercato a valore: in base alle rilevazioni NielsenIQ veicolano il 29,7% dei volumi della categoria, generano un giro d’affari di oltre 290 milioni di euro e crescono del 3,8% a valore e dell’1,6% a volume (a.t. 03.04.2022, i+s+ls+discount).

Buone dunque le performance a totale mercato, ma ancora più positive quelle delle referenze integrali. Secondo i dati Iri (a.t. aprile 2022, tot. Italia, i+s+lsp), sono infatti il primo segmento per dimensione nel mondo delle merendine integrali e registrano un ottimo trend, con un +10% a valore e +4,9% a volume. Inoltre, le aziende del settore commentano in maniera positiva anche l’andamento dei cornetti senza lattosio. Sulla scia del successo di questa tipologia di merendina, sono molte le novità lanciate nell’ultimo periodo.

Colussi, per esempio, ha ampliato la linea di prodotti integrali Fibrextra con il cornetto vuoto, a base di farina integrale e con una ricca varietà di fibre da tante fonti diverse: non solo da cereali, ma anche da frutta, verdura e legumi. Nel cornetto sono presenti, infatti, avena, cicoria, segale, grano saraceno e altri cereali, ma anche mela, piselli gialli e limone. L’altra new entry targata Misura è nel comparto cereali. A completamento di una gamma, il brand ha lanciato il Cornetto Multicereali, caratterizzato da un mix di cereali antichi e ripieno ai frutti di bosco.
Si inserisce nel filone dell’integrale, ma anche senza lattosio, il Cornetto Integrale Fibra più Fibra Si Con Riso Senza Lattosio, lanciato da Riso Scotti. Come tutti i prodotti della gamma, è garantito dall’Aili senza lattosio, senza proteine e senza tracce del latte. In più, è ricco di fibre solubili e insolubili, e presenta un’eccezionale fragranza grazie al lievito madre e alla morbida e dolce farcitura al miele.

Da quasi un anno sul mercato, ma novità assoluta nel comparto gluten free, sono i Cornetti senza glutine Nutrifree di Nt Food. L’azienda esprime grande soddisfazione per i risultati ottenuti a oggi da questa linea, nata con l’obiettivo di coprire un vuoto di mercato nell’offerta senza glutine e senza lattosio per la prima colazione.
Bauli, infine, ha arricchito la linea BuonEssere con il nuovo item Croissant BuonEssere Senza Lattosio alla Ciliegia, con ciliegie 100% italiane.

MOLTI BIG BRAND PUNTANO SUI CROISSANT

Divella, nell’ambito della sua offerta bakery, ha una fornita offerta di croissant, all’interno della quale l’ultimo nato è il Croissant Ciliegia in confezione da 5 pezzi (un trend emergente nel campo del packaging).

Punta sui cornetti anche Melegatti: il Croissant Classico è stato protagonista a Cibus, ma la gamma comprende anche numerosi altri gusti (pistacchio, crema, cioccolato, albicocca e ciliegia) e tre referenze con impasto al cacao (frutti di bosco, crema al latte, cacao e nocciole).

Fa, infine, il suo ingresso nel segmento Bistefani, che da pochi mesi ha lanciato i suoi Croissant, caratterizzati da materie prime selezionate, lievitazione naturale d 24 ore. Il packaging, che richiama i colori del brand ed è 100% riciclabile, grazie a un gioco di trasparenze sul fronte della confezione lascia vedere il prodotto all’interno.

Inizia a digitare per vedere i post che stai cercando.