Distillerie Berta: E’ piemontese la miglior grappa italiana dell’anno

Distillerie Berta, storica azienda con sede a Casalotto Mombaruzzo, per la sua Grappa Invecchiata Selezione Del Fondatore Paolo Berta 2002, si aggiudica il titolo “Miglior Grappa d’Italia 2023, ottenendo così il massimo riconoscimento che viene assegnato ogni anno dalla Fondazione Italiana Sommelier. Si è svolta infatti, sabato 3 dicembre, presso l’Hotel Rome Cavalieri Waldorf Astoria, la cerimonia di premiazione ufficiale durante la presentazione della venticinquesima edizione della Guida Bibenda 2023, diretta da Franco M. Ricci.

La Grappa Invecchiata Selezione del Fondatore Paolo Berta 2002 è una grappa che, all’esame visivo, si presenta con un colore ambrato, decisamente invogliante. Molto ampio il naso, che evidenzia aromi stratificati, in cui frutta secca e aromi tostati si alternano a sensazioni speziate e tabaccose.

Per la nuova edizione della celebre guida inoltre, i 5 grappoli, che indicano l’eccellenza nel settore, vanno anche alla Grappa Invecchiata Bric del Gaian 2014, la Grappa Invecchiata Castelletto dell’Annunziata, la Grappa Invecchiata Tre Soli Tre 2014. Un trionfo per la famiglia Berta la cui soddisfazione è tanta e certifica la dedizione con cui tutta l’azienda segue ogni fase produttiva.

“Siamo felici e profondamente onorati di aver ricevuto questo ambito riconoscimento, che cade in un anno per noi molto speciale” – dichiara Chicco Berta, presidente delle Distillerie Berta commentando l’importante traguardo raggiunto – “É il modo migliore per festeggiare i nostri primi 75 anni”

Lascia un commento

Inizia a digitare per vedere i post che stai cercando.