Empanadas de viento – il più tradizionale street food ecuadoriano

Uno dei cibi di strada più conosciuti dell’Ecuador sono le empanadas de viento mangiate in qualunque momento della giornata, come colazione o spuntino di metà mattina o metà pomeriggio, come dolce, come antipasto ed ogni volta le si può accompagnare con un buon caffè, con una tazza di latte, con una cioccolata calda o un morocho a base di mais bianco.

Il loro nome quasi poetico si riferisce alla forma che assumono dopo la frittura, belle gonfie come se fossero piene di vento ed alcuni venditori le fanno grandi anche 30 cm, da condividere in allegria con gli altri se non si è tanto affamati da riuscire a mangiarne una da soli.

Sostanzialmente sono dei calzoni con un ripieno di formaggio o formaggio e cipolla che può essere cruda e tritata finemente oppure già stufata in padella. Il tocco finale è una spolverata di zucchero semolato appena fritte e prima di essere servite ancora calde.

Perché allora non chiamarle empanadas de queso?

Probabilmente perché il ripieno di formaggio è molto poco rispetto alla dimensione del calzone, se li volete più sostanziosi basterà usare più ripieno.

 

Ingredienti:

 

Per l’impasto

 

240 gr di farina 00 setacciata

1 cucchiaino di sale

3/4 di cucchiaino di lievito in polvere

112 gr di burro o margarina

2 cucchiai di succo d’arancia (facoltativi)

125 gr di acqua fredda

Per il ripieno

formaggio a cubetti che possa filare (mozzarella ben sgocciolata o altro di vostro gradimento)

cipolla fresca tritata o stufata in padella (facoltativa, io non l’ho usata ma credo ci stia bene)

Zucchero semolato per cospargere le empanadas de viento dopo la cottura

 

Iniziamo a preparare l’impasto.

mescolare la farina setacciata con il sale ed il lievito in polvere,  aggiungere il burro a tocchetti e con la punta delle dita per rendere il tutto sabbioso.

 

 

 

Aggiure l’acqua poca per volta fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo  lavorato sul piano di lavoro e poi avvolto nella pellicola per farlo riposare 1 ora a temperatura ambiente.

 

Se non viene utilizzato subito si può conservare in frigorifero.

 

Una volta riposato l’impasto dividere in palline da 50 gr ciascuna (ma voi potete farle anche più grandi).

Stendere con il mattarello la pallina d’impasto su un piano leggermente infarinato.

 

Sistemare al centro un cucchiaio di formaggio, chiuso per bene facendo uscire l’aria intorno al ripieno e chiudere i bordi con la solita chiusura pizzicata.

 

In una casseruola larga portare l’olio alla giusta temperatura (uno stecchino di legno immerso dovrà produrre delle bollicine continue), adagiare una empanadas de viento e subito irrorare continuamente d’olio caldo con un cucchiaio per permettergli di gonfiarsi e di far sciogliere il formaggio all’interno.

Dopo circa 3 minuti l’empanada è bella colorita e gonfia, scolare su carta assorbente e quindi cospargere con un pizzico di zucchero semolato.

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Inizia a digitare per vedere i post che stai cercando.