Fregene: conto da 753 euro per un aperitivo

blank

 

Un conto da 753 euro. Questo è quello che hanno letto sullo scontrino una comitiva di 21 persone che ha voluto trascorrere l’ora del tramonto al noto stabilimento di Fregene, il Singita.

Per patatine fritte, pizzette, due bottiglie di vino e qualche bevanda analcolica, i ragazzi si sono visti presentare un conto da oltre 700 euro, come riporta Alessandro Rosi del Messaggero.

Il gruppo, di età compresa tra i 30 e i 50 anni, intorno alle 20 ha ordinato vino, pinsa, alcuni spritz, delle pepsi, alcuni cocktail e delle lattine di birra. Pare però che quello che ha sconvolto più di tutti i presenti è stato il costo del coperto, ovvero il posto a sedere, che è costato 25 euro a testa. Una cifra molto alta, soprattutto visto che alcuni sono rimasti in piedi. Solo il coperto, in pratica, ha portato a un totale di 525 euro. «Quasi uno stipendio di un lavoratore medio», fa notare Angelo, che era ieri tra i presenti.

Il conto non è andato giù a tutti e alcuni si sono rivolti all’Associazione Giustitalia, organizzazione che si occupa di far rispettare il Codice del Consumo.

Il presidente, il dott. Luigi De Rossi, ha affermato che dopo l’episodio denunciato sarà presentato un esposto in Procura per truffa. Ma anche una denuncia alle Autorità amministrative competenti per chiedere la revoca della concessione allo stabilimento balneare

Inizia a digitare per vedere i post che stai cercando.