I lamponi

Lamponi

Il lampone è un frutto estivo il cui nome deriva dal greco “lampo” che significa “splendente”. Probabilmente il nome è dovuto al suo colore rosso/rosa molto acceso che appunto “risplende” nel verde dei sentieri di montagna rendendo questo frutto facilmente riconoscibile agli escursionisti che lo utilizzano spesso come simpatico spuntino durante le loro escursioni.

Il lampone è un frutto estremamente ricco in vitamine e Sali minerali. Dal punto di vista nutrizionale nonostante “queste ricchezze” abbiamo poche calorie: solo 34 per 100 gr. Ciò rende il lampone ideale in tutte le diete dimagranti.

Per quanto riguarda i Sali minerali nei lamponi troviamo: Magnesio, Fosforo, Sodio, Potassio, Zinco e Ferro. In 100 gr di lamponi sono contenuti circa 200 mg di Potassio, minerale molto importante soprattutto nella stagione estiva dove a causa delle alte temperature e delle abbondanti sudorazioni si va facilmente incontro a ipokaliemia (carenza di Potassio appunto). L’ipokaliemia si manifesta con stanchezza e fastidiosi nonché dolorosi crampi muscolari soprattutto notturni.

A livello vitaminico nei lamponi troviamo: Vitamina A, C, B1, B2, B3, B5, vitamina E e vitamina K (importantissima per la coagulazione sanguigna). Oltre a vitamine e Sali minerali nei lamponi troviamo una buona quantità di antiossidanti tra cui: Luteina, Zeaxantina, antocianine e flavonoidi. Vista la presenza combinata di antocianine e flavonoidi il lampone risulta essere molto protettivo nei confronti delle patologie vascolari come insufficienza venosa, telangectasie, fragilità capillari. In passato nella medicina antica il lampone veniva consigliato soprattutto alle donne per alleviare i dolori mestruali e in caso di gravidanza per scongiurare il rischio di aborti spontanei.

Recenti studi hanno dimostrato che il consumo di lampone nella stagione estiva ci protegge dalle scottature solari grazie alla ricchezza di antiossidanti che contrastano la formazione di radicali liberi e l’invecchiamento cellulare. Visto il sapore dolce con punte acidule il lampone può essere utilizzato in cucina sia nelle preparazioni dolci (macedonie, torte, marmellate) che in quelle salate. Ottimo in estate il suo abbinamento nelle insalate!

Di lamponi esistono diverse varietà che differiscono per colore, forma e sapore. Di base più piccola è la dimensione del frutto maggiore è il suo contenuto di zuccheri (ciò li rende più dolci!). Quindi meglio optare per lamponi piccoli in caso di preparazioni di pasticceria, viceversa per ricette salate sono da preferirsi quelli più grandi. Esiste anche una varietà di lamponi dal colore giallo anche se si tratta di frutti piuttosto rari e difficilmente reperibili nei nostri supermercati.

Il lampone è un frutto non climaterico ovvero una volta staccato dall’albero, interrompe la sua maturazione, ciò lo rende piuttosto delicato e con una conservazione piuttosto limitata: quindi meglio consumarlo appena comprato!

La porzione ideale è quella di 140/200 gr (che corrisponde a circa 50-60 kcalorie). Di base l’unica controindicazione assoluta al consumo di lamponi è l’allergia specifica a questo frutto (anche se si tratta di una allergia molto rara).

Inoltre essendo ricco di acido ossalico dobbiamo consumarlo con prudenza in caso di patologie infiammatorie croniche intestinali. Per lo stesso motivo è bene stare attenti anche a possibili interazioni con l’assorbimento di alcuni farmaci come folati e ferro. In questo caso basta semplicemente distanziare l’assunzione del farmaco e quella del frutto di almeno un’ora.

Dal colore vivace il lampone è un frutto che piace davvero a tutti anche ai bambini dai gusti difficili. Spesso il suo aroma viene utilizzato dalle ditte farmaceutiche per addolcire sciroppi e antibiotici pediatrici.

daniela limonte

Nata a Lecco, sul quel ramo del lago di Como tanto caro al Manzoni, la Drssa Daniela Limonta si laurea a 25 anni in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Milano discutendo una tesi sperimentale sui Disturbi del Comportamento Alimentare. Successivamente si specializza in Scienza dell’Alimentazione e Dietologia discutendo una tesi sull’obesità. Alla laurea e alla specializzazione seguono poi negli anni successivi corsi di perfezionamento e master vari (alimentazione artificiale, nutrizione pediatrica, diete vegane e vegetariane..)

Da ormai 20 anni la dr.ssa Daniela Limonta si occupa di Nutrizione Clinica e Dietoterapia svolgendo la sua professione di medico dietologo con passione e impegno.

Relatrice a convegni e corsi, è autrice di diverse pubblicazioni scientifiche nazionali e internazionali. Partecipa come ospite a dibattiti e programmi televisivi. Compare spesso sulla stampa locale con articoli inerenti diete e alimentazione.

Sportiva e amante della montagna è mamma di tre splendidi bambini!

Comments are closed.