I migliori Gin da regalare nelle feste

Se siete ancora indecisi per il regalo da mettere sotto l’albero, una bottiglia di Gin potrebbe fare al caso vostro. Anche quest’anno non si è abbassata la Ginmania, con tante realtà che si sono affacciate sulla scena italiana e certezze che si sono definitivamente consacrate. Dal mercato il messaggio che arriva è che ci sia ancora spazio, sia per inserire referenze che giocano su botaniche nuove, sapori classici che vengono dal passato e un continuo focus territoriale. Un distillato che non passa mai di moda, un panorama che negli ultimi anni ha visto anche la comparsa in Italia di tante microdistillerie. Sono in tanti che voglioni farsi in casa il proprio Gin, per creare il loro prodotto taylor made. Ecco allora che puntuale come ogni anno con la nostra Gin-gle Bells, vi vogliamo regalare una compilation di prodotti premium che non lasceranno a bocca asciutta nessuno, musica per le orecchie degli appassionati al suono di Gin-Gin!

Gin 170th Picco Rosso Foletto

Nel 1963 Achille Foletto creò due alcoliti con le botaniche preferite dalla moglie Maria, farmacista e appassionata di flora alpina: lamponi e fragoline di bosco Ledrensi (gli stessi di Picco Rosso). Gin 170th nasce in alambicchi di rame dalla distillazione di bucce di limoni del Garda e bacche di ginepro del Baldo, impreziosito poi con gli storici alcoliti di frutta. E’ un distillato di amore e passione, i sentimenti che provavano Maria ed Achille per la vita, il territorio e la loro professione, trasmessi poi ai figli che ora festeggiano 170 anni di tradizione familiare. Le botaniche, ginepro montano, fragole e lamponi, vengono macerate e distillate separatamente. Il prodotto viene fatto riposare per 2 mesi, imbottigliato ed etichettato manualmente. Nel catalogo di Ghilardi Selezioni

Elephant Gin Wildlife Warrior Edition

L’edizione speciale per il Natale 2022 di Elephant Gin si chiama Wildlife Warrior Edition. Due confezioni in edizione limitata con bottiglie numerate impreziosite dalle illustrazioni di Martin Aveling e Mark Adlington. Due release di grande eleganza che includono una bottiglia da 500 ml di Elephant London Dry Gin (45%) con retroetichetta speciale e stampa artistica A5, il tutto custodito in un’elegante confezione regalo. il 15% dei profitti delle bottiglie verrà donato alla Elephant Gin Foundation. Prezzo consigliato al pubblico 49,90 €. C’è invece chi ha scelto di scambiarsi gli auguri di Natale davanti a un ottimo cocktail preparato ad arte, con la Wildilife Warrior Campaign di Elephant Gin. 16 cocktail bar locali italiani sino a qualche giorno fa con una maratona di solidarietà con una drink list dedicata per degustare il distillato in ricette inedite e inaspettate. Per ogni drink ordinato il locale ha donato 2€ sempre alla Elephant Gin Foundation, mentre di pochi giorni fa la notizia dell’acquisizione di Elephant Gin da parte di Compagnia dei Caraibi.

Corricella Tangerine Gin

Corricella Tangerine è un gin premium che nasce dall’unione di un raffinato London Dry Gin, prodotto dalla distilleria più antica d’Inghilterra, con un infuso dei piccoli e deliziosi mandarini di Procida che sono ricchi di oli essenziali ed hanno una polpa piena di succo aromatico e dolce. La coltivazione avviene secondo tradizione tramandata di generazione in generazione sui tipici terreni vulcanici della zona dell’isola di Procida (Capitale della Cultura 2022) che conferiscono ai frutti caratteristiche organolettiche uniche. Ideale per le feste natalizie da abbinare con mandarini ed altri agrumi tipici della stagione invernale e come regalo grazie alla raffinata bottiglia con etichetta su carta naturale che riporta un dipinto originale dell’artista FeBe (Francesca Belmonte). Coricella Tangerine è distribuito da Mercanti di Spirits.

Gin Macchia

Emilio Rocchino, barman salernitano di esperienza che, dopo studi sulle erbe sarde e sull’origine del vermouth, decide di produrre un vermouth che unisse le caratteristiche di Piemonte e Sardegna. Alla produzione di vermouth aggiunge la produzione di gin, per completare la gamma. Nasce Gin Selvaggio Macchia, frutto della distillazione di bacche di ginepro tipiche del territorio sardo, come mirto, origano e pompia.Il Gin Macchia nasce dalla distillazione di bacche di ginepro isolano: comune e coccolone. Si tratta di un gin limpido e cristallino, che sprigiona caratteristiche note olfattive resinose, accompagnate da lievi sentori floreali e note di foglie di mirto; un tocco di origano selvatico e la sorprendente freschezza della “Citrus Mostruosa” ne delineano il bouquet. Le botaniche essenziali esprimono pienamente un territorio unico e suggestivo, immerso nella macchia mediterranea. Una referenza nel portfolio di OnestiGroup.

Xamorfos Gin

Il nome è Xamorfos, ma il gin artigianale è italiano. Distillato legalmente dal 2021, prodotto con alcol di grano e alambicco discontinuo con cestello per distillazione in corrente di vapore. Xamorfos è lavorato a mano con dieci botaniche italiane e del sud est asiatico, otto di queste divise in tre gruppi di infusione poi distillate con l’aggiunta delle ultime due in corrente di vapore per un’estrazione dell’aroma piu’ delicata. Lo abbiamo provato allo scorso theGinDay 2022 e ce ne siamo innamorati, grazie anche alla spiegazione dettagliata e fatta con passione da parte di Lorenzo Spagnolo, il fondatore di Distill Hub.

Rupes Gin Principum

Storia di un territorio che racconta le sue eccellenze partendo dai prodotti della natura che nascono naturalmente e crescono genuinamente. Trenta erbe officinali ed aromatiche, provenienti dalla Locride, tra cui bacca di ginepro, peperoncino e bergamotto, realizzano questa singolare e piacevole alchimia tra note erbacee amare, speziate ed amabili. Un gin che unisce, nato dalla fusione tra la maestria trentina e l’unicità dei prodotti calabresi, con l’utilizzo di acqua incontaminata d’alta quota delle Dolomiti, con ridistillazione di tutta la massa dopo i 4 mesi di macerazione. Naso con sentori di ginepro, bergamotto e peperoncino, in bocca esce tutto il carattere del bergamotto che fanno di Principum il principe del gin, con un gusto 100% made in Italy, ditribuito da Rinaldi 1957.

Marconi  46 Gin Poli

Distillato artigianalmente con alambicco a bagnomaria sottovuoto. Marconi 46 è un gin italiano distillato artigianalmente e ottenuto da un’infusione unica nel suo genere, ispirata all’altopiano di Asiago, a nord del Veneto, da cui ha origine la famiglia Poli. Crisopea impianto con due caldaie a bagnomaria sottovuoto, installato nel 2009 dopo anni di ricerche. Utilizzato per la distillazione di vinacce da uve bianche, considerato il più innovativo impianto in funzione ad oggi per la produzione di Grappa. Siamo a Schiavon, materia prima bacche di ginepro, rosmarino, menta, basilico e timo. Bouquet di piante odorose fatte passare fra le mani, sapore fragrante di erbe e piante officinali. Un prodotto distribuito da Meregalli Spirits.

Gin Gian

Ormai è diventato alla moda per tutti (o quasi) regalarsi il proprio Gin. Ma sono in pochi ad averlo fatto in maniera seria e professionale, lanciando un prodotto sul mercato disponibile alla mescita e alla vendita. Come nel caso dello chef Giancarlo Morelli e del suo Gin Gian. Diciannove erbe aromatiche principali, tra le quali, a supporto del ginepro che deve essere preponderante perché si definisca gin, spiccano bergamotto, menta, eucalipto, rosa canina e camomilla. Tecnicamente un compound gin, realizzato in collaborazione con The Spiritual Machine con gli ingredienti che vengono distillati separatamente per tipologia (speziati, agrumati, etc) e poi accorpati, Gian esprime freschezza, eleganza e joie de vivre. L’utilizzo esemplare del Gian è nel Gian Tonic, gioco di parole con cui lo chef descrive da sempre il suo drink preferito, in questa versione rivisitato con un’aggiunta creata appositamente. “Sono serviti quindici anni di ricerca e studio per creare il prodotto perfetto, e trovare tutti gli elementi necessari per la preparazione del Gian Tonic. Abbiamo lavorato sul bicchiere, sul ghiaccio, sulle guarnizioni, sull’acqua tonica e infine a questo gin che deve essere il punto di partenza per momenti di relax e abbinamenti durante una cena”.

Mosaico Spirits

Un algoritmo di miscelazione e un software di produzione proprietario, Mosaico Spirits vuole ridisegnare il modello di produzione e di distribuzione del Gin, con un’offerta rivolta a brand emergenti, bar-manager e bartender, event manager, artisti e influencer, imprenditori o privati interessati a lanciare il proprio brand o a rivedere le proprie strategie di produzione e distribuzione. Ora ecco un altro target, la raccolta di 1 milione di euro con una campagna equity based, ideata per consentire all’azienda uno sviluppo coerente con gli incoraggianti risultati ottenuti nella prima fase di Start-up. Sono già stati circa 500 i brand creati, oltre 100.000 bottiglie vendute e 600.000 utenti unici, per un fatturato complessivo di oltre 1.600.000 € e un indice di crescita media annua del +65%, per uno dei progetti più interessanti nel mondo della produzione di spirits.

 

Lascia un commento

Inizia a digitare per vedere i post che stai cercando.