La ricetta dei Pretali reggini

petrali

I Pretali sono dei dolci del periodo di Natale tipici della provincia di Reggio Calabria. Non si tratta altro che di biscotti di pasta frolla farciti variamente con miele, caffè, cacao, vincotto, fichi secchi, mandorle, noci, nocciole, uvetta e poi decorati esternamente con della glassa di cioccolato e delle codette colorate.

Di questa ricetta esistono un’infinità di varianti. Nel reggino ogni anno non c’è famiglia in cui non siano sfornati i Pretali, che vengono realizzati non soltanto per consumarli in famiglia assieme ai propri cari, ma anche per regalarli dopo averli confezionati a dovere e magari anche abbinati ad una bottiglia di buon vino.

Questi dolci natalizi possono essere realizzati nelle forme più svariate: la forma classica è quella a mezza luna, ma in tanti li realizzano anche a forma di cestino o di stella. Il nome “Pretale” deriva da una leggenda antica, secondo cui questi dolci venivano preparati da un prete e dalla sua perpetua per poi donarli ai fedeli come augurio di buon Natale.

Il termine con cui vengono identificate queste squisitezze natalizie cambia a seconda della zona, essendo quella di Reggio Calabria una provincia molto vasta: sono, infatti, conosciuti anche come Petrali, Pitrali, Chjinuli e Sammartini. Di seguito, viene proposta la ricetta di questi biscotti. Buona preparazione e buona degustazione!

Preparazione 20 min
Cottura 25 min
Tempo totale 45 min
Portata dolci
Cucina italiana

Ingredienti
  

Per 4 persone

    Per la pasta frolla

      250 g di farina

        150 g di burro

          100 g di zucchero

            2 tuorli d’uovo

              Per il ripieno

                50 g di fichi secchi

                  50 g di uvetta

                    40 g di mandorle

                      40 g di noci

                        40 g di pinoli

                          1 tazzina di caffè

                            1 tazzina di vincotto

                              2 cucchiai di miele

                                Scorza di 1 mandarino

                                  Per decorare

                                    Cioccolato q.b.

                                      Codette colorate q.b.

                                        Istruzioni
                                         

                                        Iniziare la preparazione dei Pretali realizzando il ripieno: tritare finemente fichi e uvetta e disporli in un pentolino assieme al miele, al caffè, al vincotto e fare cuocere a fuoco basso fino a quando il liquido non si addensa. Successivamente, tritare la frutta secca, unirla ai fichi e all’uvetta e amalgamare bene. Grattugiare la buccia di un mandarino sul composto appena realizzato e lasciarlo riposare per una notte. Quanto alla preparazione della pasta frolla, versare in una ciotola piuttosto capiente la farina, unire i tuorli, il burro e lo zucchero. Lavorare gli ingredienti velocemente fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Dopo averla preparata, coprire la pasta frolla con la pellicola e lasciarla riposare in frigorifero per circa 30 minuti. Successivamente, stendere la pasta frolla con un matterello e ricavare dei dischi utilizzando un coppa pasta. Al centro di ogni disco inserire un cucchiaino di ripieno e chiudere i lembi dando in tal modo al biscotto la forma di una mezza luna. Dopo averli confezionati, cuocere i Pretali in forno a 180 gradi per 25 minuti; saranno ben cotti nel momento in cui alla vista risulteranno dorati. Terminata la cottura, estrarre i Pretali dal forno, lasciarli intiepidire e spennellare la superficie con cioccolato fuso. Infine, decorare i biscotti con le codette colorate e servire.

                                          Keyword pretali
                                          sgro

                                          Calabrese, ho conseguito la laurea in Giurisprudenza nel 2011 presso l’Università degli studi “Mediterranea” di Reggio Calabria e l’abilitazione alla professione forense nel 2016. Già articolista per la testata giornalistica online “Blasting News”, la grande passione per la cucina, ereditata da mio padre, ottimo cuoco ed esperto di funghi, mi ha spinta ad entrare a far parte del meraviglioso team di autori di questo sito interessante e goloso. Mi appassiona tutto ciò che riguarda l’arte culinaria e, quando mi è possibile, partecipo volentieri a fiere, manifestazioni e sagre. Altri miei interessi sono la lettura, lo sport e i viaggi. Dimenticavo: sono anche una buona forchetta!

                                          Comments are closed.