Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

Il 21 novembre è la Giornata mondiale del Panino italiano

Consorzio Cacciatore Dop, con chef Di Iorio un menu col salame a tutto pasto

 

Il panino scandisce spesso le nostre giornate lavorative e non, dalla merenda a scuola alla pausa pranzo, come ristoro veloce allo stadio e in viaggio.

Dal prezzo democratico ma di indubbio gusto, è un protagonista del nostro stile alimentare al punto da veder ufficialmente istituita la Giornata Mondiale del Panino Italiano che verrà celebrata il 21 novembre.

Per l’occasione, il Consorzio Cacciatore Italiano, con il contributo del Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali, ha coinvolto Giuseppe Di Iorio, chef del ristorante stellato Aroma, che ha ideato un menu col salame a tutto pasto, dal millefoglie di robiola, castagne e cacciatorino con salsa di cachi fino al dessert, un maritozzo con crema e cacciatorino. Il popolare salame, una monoporzione corroborante nelle battute di caccia da cui deve il nome, come ha ricordato il direttore del Consorzio Cacciatore Italiano Gianluigi Ligasacchi, è una Dop che valorizza carni suine 100% italiane. Di breve stagionatura, ha come ingredienti i tagli nobili delle carni di maiali allevati sul territorio nazionale, a cui viene aggiunto solo sale e pepe.

Costituitosi a maggio del 2003, con lo scopo di proteggere e promuovere i Salamini Italiani alla Cacciatora Dop, il Consorzio Cacciatore rappresenta oggi 23 aziende e guarda con preoccupazione all’etichettatura con Nutriscore che “rischia di svilire tutte le eccellenze agroalimentari del made in Italy”.

“Nelle produzioni Dop – ha inoltre sottolineato il direttore Ligasacchi – non è previsto l’utilizzo di alcun derivato del latte, né additivi chimici. Col suo caratteristico sapore dolce e delicato è un salame certificato che incontra il gusto di consumatori di ogni età e ha numeri crescenti di vendita, con un incremento dell’8,3% nel 2020 rispetto all’anno precedente”.

Anche dal punto di vista nutrizionale, il Cacciatore Dop risulta al passo con i moderni parametri nutrizionali: “Spesso temiamo che il pane o un panino farcito faccia ingrassare e lo allontaniamo dalla nostra alimentazione – ha osservato Valentina Galiazzo, biologa nutrizionista – In realtà, scegliendo ingredienti di qualità e se abbinato correttamente ad una fonte proteica, di grassi e di fibre, costituisce un pasto completo che possiamo consumare in qualsiasi momento della giornata”.

Un esempio di panino perfetto? “Pane fresco integrale 80/100 grammi, fonte di carboidrati a basso carico glicemico; Salamini Italiani alla Cacciatora DOP 40 grammi circa, fonte di proteine, grassi, vitamine del gruppo B e fosforo; formaggio stracciatella, fonte di proteine e grassi; melanzana grigliata e pomodori secchi, fonti di fibre”. Tostare il pane aiuta, ha suggerito Samanta Togni, ballerina, insegnante e conduttrice televisiva italiana, coinvolta in uno show cooking animato dalla comicità e ironia dell’attore Antonio Giuliani, insieme Diego Thomas, architetto e interior designer.

 

Fonte ANSA



Condividi

Like

0

Ti potrebbe interessare

0
0

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *

    Thanks for submitting your rating!
    Please give a rating.

    Thanks for submitting your comment!

    Commenti recenti

    Scelte dell'editore