Il giro del “naturale” intorno al mondo. 6 appuntamenti da non perdere.

vini naturali

L’interesse per il vino biologico, biodinamico e naturale è fenomeno esploso negli ultimi anni.

Un tempo stile amato da una nicchia di appassionati oggi lo stile ha attratto la curiosità oltre le sue origini francesi, diventando un fenomeno sempre più coinvolgente.

Mentre le vendite non sono che una frazione di quelle del vino convenzionale, il recente boom delle fiere del vino naturale ha contribuito a far conoscere più consumatori alla nozione di “less is more” nella produzione di vino.

Ecco alcune fiere da aggiungere al calendario di quest’anno.

Citiamo “La Dive Bouteille”, tenutasi il 2–3 febbraio a Saumur in Francia per essere stata l’area della Vale della Loira focolaio del movimento naturale del vino.

La Dive Bouteille, fondata nel 1999 da Sylvie Augereau e conosciuta come “La Dive” nei circoli del vino, era inizialmente composta da una manciata di viticoltori naturali della Valle della Loira. Organizzata nelle Grotte di Saumur del XIX secolo, la fiera di quest’anno ha presentato al publico oltre 200 produttori.

Tuttavia, La Dive è solo uno dei quattro saloni tenuti lo stesso fine settimana. Mentre sei nel quartiere, colpisci Les Anonymes, focalizzato sui vini senza aggiunta di anidride solforosa (o SO2), e Salon St Jean e Les Pénitentes, organizzati da produttori di vino che presentano variazioni sul tema.

“Raw Wine”, Londra 8-9 marzo

Raw Wine è iniziato a Londra nel 2012, ma da allora si è esteso a Berlino, Los Angeles, Montreal e New York City. Fondato da Isabelle Legeron, l’evento di due giorni comprende oltre 150 coltivatori di vino naturale, biologico e biodinamico.

Questa non è una fiera per esordienti o produttori alle prime armi. I partecipanti vengono controllati per qualità e competenza. Tra i selezionati si leggono nomi come come Domaine Pierre Frick (Alsazia), Château le Puy (Bordeaux), Clos des Quarterons (Loire), Le Clos des Jarres (Linguadoca) e AMI (Borgogna).

“Vinnatur Tasting”, Gambellara (VI)  18–20 aprile

Situato fuori Verona è considerato uno degli eventi più importanti d’Italia per il vino naturale. La 17a edizione si è trasferita nell’ampio showroom del noto produttore di marmo Margraf. In quanto evento di punta dell’organizzazione, parteciperanno più di 170 cantine dall’Italia e da tutta Europa.

In genere, l’enologo versa, quindi gli ospiti possono chiedere loro delle loro filosofie e dei loro processi. A Vinnatur è possibile anche acquistare direttamente dai produttori.

“Zero Compromise”, Tbilisi, Georgia (data ancora da definire)

Con una storia enologica che dura da 8.000 anni, non sorprende che la Georgia produca vini entusiasmanti. Conosciuto per i suoi vitigni autoctoni e l’invecchiamento in anfora di argilla chiamata “qvevri”, i vini della Georgia valgono il viaggio.

Tenuto annualmente, Zero Compromise è il principale evento enologico naturale del paese, organizzato con il sostegno dell’Associazione del vino naturale e dell’Agenzia nazionale del vino LEPL. La maggior parte dei produttori di vino partecipanti sono membri della Natural Wine Association, che comprende circa 70 cantine..

“Natural Wild World Festival” – Austin – Texas (USA), 16-17 maggio

Wild World è iniziato nella primavera del 2019, nato dalle menti dell’importatore di vini Byron Bates e Jeff Stuffings della Jester King Farmhouse Brewery. Il festival comprende anche birra fermentata selvaggia, sidro e idromele. Più di 60 produttori provenienti da cinque stati e cinque paesi hanno partecipato all’evento inaugurale.

“Nat Diego”, San Diego – California  26–27 giugno

La quarta edizione annuale di Nat Diego riunisce produttori di vino, importatori e sostenitori del vino naturale. Sotto il caldo sole della California, l’evento di due giorni offre seminari ai produttori, degustazioni e una festa finale.

L’evento principale si terrà in un centro sperimentale per l’arte chiamato Bread & Salt. I partecipanti del passato includono cantine Southold Farm & Cellar, Forlorn Hope e Champagne Lelarge Pugeot, oltre agli importatori Kermit Lynch e Vinotas.

“Naturebas”, San Paolo, Brasile 27–28 giugno

San Paolo, in Brasile, ospita i principali eventi vinicoli del paese. Da ormai otto anni, la fiera no profit Naturebas rimane l’unico evento del paese incentrato su vini naturali, biologici e biodinamici. Iniziata nel 2013, la fiera è cresciuta fino a 100 espositori e oltre 1500 visitatori.

È l’evento di riferimento per l’America Latina, con l’obiettivo di promuovere relazioni dirette tra clienti e produttori. Partecipano anche artigiani del cibo di comparti come caffè, cioccolato e olio d’oliva.

Comments are closed.