La Murgia, terra di cultura alimentare autentica. E di mandorle. (parte 2)

Semi oleaginosi: un concentrato di salute per il tuo corpo

Dopo aver parlato della Murgia e delle sue mandorle QUI, aggiungiamo una carrellata di “indirizzi golosi”

Dove acquistare mandorle e prodotti derivati eccellenti

  • Oltre alla granella variamente apparecchiata – pelata, tostata salata, pralinata – grande interesse e successo stanno i nuovissimi  prodotti ottenuti dal latte di mandorla da cui si realizzano delicati formaggi vegetali.
    Fattoria della Mandorla Via Belvedere s.n. Quasano-Toritto (Ba) tel 080 9926067.

 

  • Di diffuso consumo oramai l’utilizzo dei preparati di mandorla, creme e le pasta di mandorla in vasetto, già pronte per l’uso. Tenuta Donna Francesca Via Le Matine –Mariotto (Ba) Tel 349 0858013

 

  • La più raffinata interpretazione  di tutto il panorama varietale dell’amata amigdala: confetti, tenerelli, e ghiaia rappresentano l’assortimento che ha reso ancor più grande le nostre  Genco, Ceo e  Pizzuta  nel mondo. Inserito tra i locali storici d’Italia la Confetteria Mucci è aperta, NELLA SEDE DEL MUSEO DEL CONFETTO ANDRIA  a visite guidate su prenotazione. Le gesta del fondatore risalgono addirittura al “perfezionamento” della sua arte dolciaria alla corte di tale divinità Caflisch a Napoli e che, nel  1930 fornì i confetti alle nozze di Umberto I° di Savoia con Maria José. Giovanni Mucci SRL Via Andria 72125 Trani (BT) tel 0883 586935

Museo del Confetto – Cristian Mucci

La Murgia, terra di cultura alimentare autentica. E di mandorle. (parte 2)

Tenerelli

 

 

  • Stella Dolciumi nasce nel 1881 a Martano, antico comune della Grecìa salentina, la tradizione artigianale dei Dolciumi Stella, da 140 anni in prima linea nella preservazione e diffusione di cupeta e mustaccioli, prelibatezze dolci oggi apprezzate ricercate dai turisti gourmet di tutto il mondo. Stella dolciumi Via Assunta, 21, 73025 Martano (LE) tel335 6235366
La Murgia, terra di cultura alimentare autentica. E di mandorle. (parte 2)

Cupeta pugliese – Stella Dolciumi

 

Francesco Schiraldi

PANETTO DI MINERVINO (ricetta)
Fichi essiccati 250g
Farina 200g
Zucchero 200g
Mandorle infornate 200g
Uova 150g
Miele 100g
Scorze d’arancia candite 100g
Uvetta sultanina 100g
Vincotto di fichi 50g
Acqua QB

Sminuzzare i fichi, tostare le mandorle, mettere a bagno l’uvetta.
Ponete lo zucchero, la farina, il miele e il vincotto nell’impastatrice con le uova e fate amalgamare il tutto x 10 minuti.
Versate poi i fichi, fate impastare bene e dopo aggiungete l’uvetta strizzata e le scorze di arancia a piccoli cubetti.
Fate amalgamare ancora bene. Come ultimo passaggio aggiungete le mandorle tostate tritate.

Fate impastare per 10/15 minuti.
Se l’impasto risulta un po’ colloso aggiungete un po’ di acqua, l’impasto deve essere denso ma scorrevole.
Imburrate delle piccole teglie o stampi che riempirete a metà.

Cottura in forno a 180 gradi per 25 minuti circa.
Va servito a piccole listarelle.

Cenni storici risultati negli anni 70 nel saucello della Chiesa Madre di Minervino descrivono della permanenza di Pierre Terrail, Cavaliere di Bayard, intorno al XVI secolo. La cronaca di allora parla di un pane dolce fatto con frutta secca uova e miele e farina che accompagnava le missioni belliche dei soldati francesi accampati nel territorio di Minervino.

Il panetto

 

  • Pasticceria Angela Rosa Via Giordano Bruno, 65, 70022 Altamura BA

 

Angela Rosa Fieschi

 

RAFAIOLI: soffice pan di spagna con un cuore di pasta reale (pasta di mandorle), ricoperto da uno strato di cioccolato fondente ed uno di glassa (u g’lepp)

 

  • Bar Preziosa Cerignola Viale di Ponente, 133, 71042 Cerignola FG
La Murgia, terra di cultura alimentare autentica. E di mandorle. (parte 2)

La ripaltina

 

  • Galia CaffèSi distingue nel capoluogo pugliese per originalità dei prodotti, ricerca ed attenzione dei processi il Caffè Galia al cui timone si trova, sin dalla sua apertura dei primo anni 2000, il maestro Gaetano Percuoco. Grande la cura prossima alla perfezione. Piazza Nicola Balenzano 12, 70121 BARI TEL 080 2379070
La Murgia, terra di cultura alimentare autentica. E di mandorle. (parte 2)

Caffè Galia

Gaetano Percuoco

 

La Murgia, terra di cultura alimentare autentica. E di mandorle. (parte 2)

Sospiri di Dionisio Caputo

 

Pan di mandorla

 

  • Caffetteria del Viale Viale Regina Margherita, 10, 70022 Altamura BA
La Murgia, terra di cultura alimentare autentica. E di mandorle. (parte 2)

Faldacchea

 

Lascia un commento

Inizia a digitare per vedere i post che stai cercando.