Latte-fieno è STG

La prima Certificazione di Specialità Tradizionale Garantita rilasciata da Ceviq (Certificazione vini e prodotti italiani di qualità) è stata consegnata per il “Latte-Fieno” all’azienda zootecnica biologica La sisile guidata da  Graziano Zanello di Talmassons, rilasciata da Ceviq. È stata consegnata a Graziano Zanello, dell’azienda zootecnica “La sisile” di Talmassons (UD).  In Italia, le Stg sono solo tre: mozzarella, pizza e “Latte-Fieno”, sono decisamente meno conosciute di Dop e Igp, ma non meno importanti.

Da sx direttore Ceviq Bertolami, Zanello dell’azienda La Sisile, presidente Ceviq Zorzettig

Il direttore di Ceviq ha illustrato i principali dettami per la Stg “Latte-Fieno”, caratterizzata nell’obbligo per i produttori di alimentare le bovine con foraggi (almeno per il 75% della loro dieta), no insilati, no prodotti di origine animale e no ogm. In questo modo, si produce un latte più saporito, che presenta pochi difetti organolettici, ridotta presenza di batteri e maggiore presenza di acidi grassi omega 3.

Nell’’azienda “La sisile” si allevano 140 capi bovini e si lavorano 100 ettari di terreno. Ogni vacca produce una ottima media annua di latte che viene trasformato in azienda (nella ex latteria di Turrida di Sedegliano) e poi venduto direttamente (compreso il primo e unico Montasio Dop friulano, a certificazione biologica). Per saperne di più cliccate su questo link: https://www.latteriabiologicafriulana.it/latte-fieno-stg/?v=cd32106bcb6d

Romanutti

Friulana di nascita, triestina di adozione. Quanto basta per conoscere da vicino la realtà di una regione dal nome doppio, Friuli e Venezia Giulia. Di un’età tale da poter considerare la cucina della memoria come la cucina concreta della sua infanzia, ma curiosa quanto basta per lasciarsi affascinare da tutte le nuove proposte gourmettare. Studi di
filosofia e di storia l’hanno spinta all’approfondimento e della divulgazione. Lettrice accanita quanto basta da scoprire nei libri la seduzione di piatti e ricette. Infine ha deciso di fare un giornale che racconti quello che a lei piacerebbe leggere. Così è nato q.b. Quanto basta, appunto.

Comments are closed.