MI HOUSE

Mi house

“Mi casa es tu casa” una frase che è un biglietto da visita, questo è il concetto dietro “MI HOUSE” la nuovissima pizzeria che il giovane Emilio Poziello napoletano (emigrante, sennò continueranno a chiederlo) dopo un lungo peregrinare apre nella sua Giugliano. Mi (mia in spagnolo) e house (casa in inglese): Spagna che ha caratterizzato una parentesi lunga 3 anni e l’inglese per l’esperienza negli States (Miami).

Ospitalità che ti “fiorisce” dentro quando il mondo è il tuo posto e in ogni posto ti sei sentito accolto. Ogni singola esperienza hanno preso l’Emilio ragazzo e l’hanno trasformato in un uomo sicuro di se e del proprio sogno.

Mi house

Una pizzeria piccola, 26 coperti appena, che fa appunto dell’atmosfera raccolta ed intima il suo tratto distintivo. Tavoli in legno, così come le sedie robuste. Tovagliato elegante in pelle come si è visto spesso nel casertano. Un ambiente che vuole trasferire relax, un po’ come mangiare la pizza a casa.

Mi house

Il menu è caratterizzato dai fritti, innanzitutto, e dalle pizze. In primo luogo le classiche e poi la pagina delle speciali che hanno una nomenclatura spagnoleggiante perché la Spagna ha davvero lasciato un segno indelebile nel nostro. A seguire birre e bibite varie.

La mia preferenza è spesso per la pizza e basta anche se ho avuto modo di vedere la qualità dei fritti.

Comincio con la Cosacca, un classico che quando presente mi da sempre una gioia particolare.

Mi house

Cosacca

Pomodoro Gustarosso, Pecorino Romano, basilico, olio evo. A colpire è subito il cornicione “esplosivo” che è croccante e dona una meravigliosa sensazione quando incontra la lama del coltello. Si avverte la croccantezza prima della cedevolezza data da un impasto morbido ed idratato. Una volta in quattro, prendo la prima fetta e portandola al naso ho subito un riscontro olfattivo notevolissimo. Dunque al morso si avverte immediatamente la dolcezza del pomodoro dell’agro-nocerino sarnese perfettamente bilanciato con la sapidità del formaggio, quasi “spruzzato” come da un erogatore. Un’esplosione di golosità che dal centro irradia verso il cornicione, fermandosi a 2 centimetri da esso. Olio a lambire la “cornice” come tradizione vuole. Impasto soffice e morbido che recupera consistenza nel cornicione che non ha una maturazione esasperata ma ha la sua fragrante consistenza. Davvero un inizio coi fiocchi!

Secondo round: 4 Quesos

Mi house

4 Quesos

Una 4 formaggi con taleggio, fior di latte di Agerola, Gorgonzola, basilico, olio evo e in uscita sfoglie di Parmigiano Reggiano Croccante.

Morbidezza, opulenza, golosità oltre ogni limite. Ne ho mangiate in diverse versioni di 4 formaggi e stupirmi ancora con una preparazione relativamente “basica” come questa significa innanzitutto che è stata ben eseguita. La carica dei formaggi è davvero importante, se ne avverto quasi il “peso” in un vortice cremoso. Poi arriva la consistenza della sfoglia di Parmigiano a mo’ di scorzetta e lì sono dei sussulti a livello cerebrale. Chi ha un debole per i formaggi ha trovato una pizza imprescindibile ad ogni visita.

Chiudo con la Espinacas. Altro nome spagnolo per una pizza insolita, senza dubbio rara. Quante volte abbiamo mangiato pizze con la crema di friarielli? Credo di aver perso il conto. Ma con gli spinaci?

E’ la prima volta che la trovo a menu e non ho potuto resisterle.

Mi house

Espinacas

Crema di spinaci, fior di latte di Agerola, fiocchetti di ricotta, scorzetta di limone, parmigiano reggiano, olio evo.

Si presenta già di una bellezza insolita, accompagnata dall’aroma agrumato sullo sfondo.

La crema di spinaci in tutta la sua dolcezza, bella calda incontra i ciuffetti di ricotta freddi e morbidi. Un gioco di temperature che inebriano i sensi, il tutto portato alla morbidezza dal fior di latte, con il leggero tocco sapido ma davvero accennato del Parmigiano, che diventa un abbraccio tra “sotto” (crema di spinaci e latticino perfettamente fuso) e “sopra” (ricotta e limone). Il limone ha una duplice funzione, di piacevole aroma e di leggero contrasto ad un sapore che tendeva troppo verso le note dolci.

Insieme una meravigliosa realizzazione, davvero notevole.

(Consiglio per i golosi: con una forchetta mangiate un po’ di ricotta col limone da sola, vi ricorderà la delizia al limone…che libidine!)

Dunque com’è questa neonata pizzeria? Una piacevole scoperta e una tappa da visitare senza indugio per vari motivi: la bontà della pizza innanzitutto, ma anche perché il coraggio di un giovane, che con orgoglio torna a casa e investe nel suo territorio con convinzione va senz’altro premiato.

Lo troverete con un sorriso leggero, dietro al banco ad ammaccare. Non tradirà particolari emozioni perché vi accoglie come amici a casa, la sua casa. La casa della buona pizza.

MI HOUSE – Pizza&Fritti di Emilio Poziello – Piazza Antonio Gramsci, 23 – Giugliano in Campania (NA)

ORARI: Lunedì-Sabato pranzo e cena, Domenica solo cena – PARCHEGGIO: In strada

FACEBOOK – INSTAGRAM

Comments are closed.