Mortadella di 24 metri e 32 tonnellate per la festa degli Alpini

blank

Un “carico eccezionale” è arrivato a Rimini in occasione della 93esima Adunata Nazionale degli Alpini, che animerà la località romagnola da giovedì 5 a domenica 8 maggio.

Lo storico salumificio Veroni – nato nel 1925 a Correggio, Emilia-Romagna, e celebre per le sue mortadelle da Guinness dei Primati – ha fornito per l’evento ben quattro mortadelle giganti: 800 kg di peso e 6 metri di lunghezza l’una.

L’azienda si conferma partner ufficiale e fornitore unico di salumi della manifestazione che quest’anno, secondo le stime dell’Associazione Nazionale Alpini, conterà circa 400mila presenze tra Penne Nere e sostenitori. Sono due le postazioni sul lungo mare di Rimini in cui si potranno gustare le mortadelle, affettate da salumai specializzati proprio nel taglio delle giganti, insieme ad altri prodotti di Veroni: dai crudi ai salami, il meglio della tradizione italiana proposto con panini, focacce e piadine.

“Siamo entusiasti di essere presenti ancora una volta all’Adunata degli Alpini”, commenta Emanuela Bigi, marketing manager di Veroni. “Dopo lo stop dovuto all’emergenza sanitaria, poter tornare a vivere momenti di convivialità e allegria tipici di questa manifestazione è un segnale di ottimismo. Inoltre, festeggiare le Penne Nere in Emilia-Romagna, da sempre la nostra ‘casa’, è per noi un doppio onore.”

blank

Mortadella: più grande, più buona

Ancora oggi la ricetta delle mortadelle giganti Veroni è quella della tradizione: materie prime di alta qualità, lavorate con un “saper fare” tramandato di generazione in generazione all’interno della famiglia. È il risultato di un mix di impasto di puro suino lavorato con tempi precisi e specifiche modalità di cottura. E le mortadelle migliori sono quelle di diametro più grande, come quelle che saranno in degustazione a Rimini: necessitano infatti di un processo di cottura più lungo che contribuisce ad esaltarne i sapori. Nel corso degli anni le mortadelle giganti di Veroni sono state incluse più volte nel Guinness dei Primati e tutt’oggi rimane imbattuto il record della mortadella più grande del mondo: 26 quintali di pura bontà.

Mortadella Veroni alla ‘conquista’ dei palati statunitensi

Uno dei salumi più amati nel mondo tanto da meritarsi una giornata dedicata – il 24 ottobre si celebra infatti il #mortadelladay –, la mortadella 100% made in Italy di Veroni sta conquistando i palati dei consumatori statunitensi. Presente negli USA dal 2016, il salumificio emiliano si è affermato qui come primo brand italiano nell’offerta degli affettati di tutti i tipi di carne (fonte dati: IRI segmento US Luncheon Meat). È un risultato che premia la scelta e l’impegno dell’azienda a offrire un prodotto 100% italiano, e non semplicemente realizzato seguendo un’Italian recipe, per far scoprire e apprezzare ai consumatori USA “gusto” di mangiare italiano, imparando a investire sulla qualità di un salume molto diverso da quello cui sono stati abituati.

“Per gli italiani il food è sinonimo di arte culinaria, piacere della tavola e ricerca estetica”, racconta Bigi, “Un connubio unico che riproponiamo al mercato americano grazie a un’offerta capace di replicare un’esperienza di consumo veramente italiana.”

Inizia a digitare per vedere i post che stai cercando.