Mozzarella, piacere e benessere in un solo boccone (ma attenzione alle porzioni) – parte I

mozzarella

La mozzarella è la regina della dieta mediterranea ed ha origine in Campania dove, per tradizione, viene preparata con il latte di bufala. Nel corso degli anni ne sono state create diverse varianti tra cui quella più utilizzata fatta con il latte vaccino.

Oltre al tipo di latte, un altro fattore che differenzia una mozzarella dall’altra è la forma, dalla rotonda più classica fino alla treccia più ricercata.

Quante calorie ha la mozzarella?

La mozzarella di latte vaccino ha 253 calorie ogni 100 grammi. Una mozzarella vaccina classica pesa in media 120 grammi e quindi contiene circa 320 calorie.

La mozzarella ha più calorie della ricotta (circa 100 in più) e meno dei formaggi stagionati. Ad esempio, il parmigiano ha 387 calorie ogni 100 grammi ed una concentrazione di grassi maggiore rispetto ai formaggifreschi.

La mozzarella è amica della linea?

La mozzarella viene considerata spesso un alimento light, in realtà ha molte calorie e grassi soprattutto saturi. Con una mozzarella di medie dimensioni introduciamo nel nostro organismo circa 25 grammi di grassi che equivalgono più o meno a 5 cucchiaini di olio d’oliva.

Le dosi di mozzarella concesse variano da persona a persona, in base al metabolismo.

Le linee guida sull’alimentazione consigliano il consumo di formaggi un paio di volte a settimana. Sebbene non ci siano precauzioni specifiche, è chiaro che la mozzarella non può essere consumata tutti i giorni. Oltre alle quantità, contano molto gli abbinamenti.

La mozzarella light è una scelta da consigliare?

Sì, la mozzarella light è una scelta da consigliare poiché le calorie sono minori.

La versione light, però, perde di gusto. Infatti, in una mozzarella classica il buon sapore pastoso ed avvolgente deriva proprio dai grassi contenuti. La light si ottiene dal latte parzialmente scremato, pertanto i grassi si dimezzano rispetto alla classica (la mozzarella light ha 9 grammi di grassi, la classica ne ha il doppio).

Quali sono i valori nutrizionali della mozzarella?

Oltre a calorie e grassi, in 100 g di mozzarella trovi 18,7 g di proteine che forniscono gli amminoacidi essenziali e pochissimi carboidrati (0,7 g). Come tutti i formaggi freschi, la mozzarella ha molta acqua (circa 58 g).

Ha un buon contenuto di colesterolo (46 mg). Quest’ultimo dato non deve spaventare. Il colesterolo viene assorbito soltanto in minima parte attraverso gli alimenti, mentre la maggior parte del colesterolo in circolazione nel nostro sangue viene prodotto per via endogena dal fegato anche a partire dagli zuccheri.

La mozzarella è ricca di sali minerali: fosforo (350 mg), sodio (200 mg), calcio (160 mg) e potassio (145 mg). Contiene, inoltre, la vitamina A (205 μg) e il betacarotene (130 μg).

A chi è consigliata?

La mozzarella è un alimento da consigliare a bambini, sportivi e soprattutto anziani, poiché proteico, morbido da masticare, semplice da proporre in tavola (non deve essere necessariamente cucinato) ed anche economico.

Il consumo deve essere limitato nelle persone che hanno il colesterolo alto.È sconsigliato, invece, agli intolleranti al lattosio.

Per maggiori informazioni visita il mio blog (QUI) e la mia pagina facebook (QUI).

nemi

Dietista, Nutrizionista, Specialista  in Scienze della Nutrizione Umana, Perfezionato in Fitoterapia. Docente al corso di Laurea in Dietistica e al Master di I e II Livello in Nutrizione dell’Università Cattolica di Roma (Policlinico Agostino Gemelli). Docente e Cultore della Materia in Endocrinologia e Nutrizione Umana presso Scienze Motorie, Università Cattolica Milano. Riceve presso lo studio medico di Roma, via di San Pancrazio 7A. Telefono: 06 96 70 18 88 – loretonemi@gmail.com – Sito webFacebook

Comments are closed.