Pizzeria Ristorante “I Matti” – La versatilità di Michele Di Donna

i matti

Pompei è una città che negli ultimi anni è stata protagonista di grosse aperture di pizzerie, tutte più o meno concentrate nel centro cittadino. Polo turistico, non manca di offrire un certo tipo di offerta anche per i clienti locali.

Di fronte gli Scavi, da 3 anni, troviamo “I Matti”. Pizzeria e Ristorante che è stata tra le prime realtà a portare avanti un certo tipo di discorso, quello della varietà dell’offerta volendo strizzare l’occhio ai turisti che da qui a pochi giorni fino alla fine di settembre-ottobre affolleranno la città mariana e sia la clientela locale che magari non vuole accontentarsi. Dunque sia in cucina che nel reparto pizzeria si è puntato in primis sulla qualità delle materie prime e sulla classicità ed essenzialità delle preparazioni, che anche nelle realizzazioni più complesse non sono mai sguaiate o fine a se stesse.

Torno dopo un paio d’anni di assenza, ricordando una buona pizza per capire lo stato dell’arte. Testare con mano eventuali progressi e miglioramenti.

i matti

Al forno dal giorno 1 troviamo Michele Di Donna aiutato da altri due ragazzi. Lavora su tre tipologie di impasti in base a tempo e stagione dell’anno, un modo per dare sfogo alla profondità del suo lavoro. Dunque diretto e biga (tutti i periodi dell’anno) e poolish quando c’è possibilità di sperimentare. Il primo raggiunge un 60 h di lievimaturazione, gli altri due tipi d’impasto si tengono poche ore sotto il massimo dello standard per tipologia. Come idratazione differenze minime, tutte intorno al 70%, punto più punto meno.

Il forno è a gas, ma in molti non se ne accorgono neppure. 

Ho la fortuna di fare una degustazione che abbraccia tutti i tipi d’impasto.

Dunque si parte con una margherita su impasto diretto, alla domanda fior di latte o bufala non ho dubbi, come tradizione vuole:

i matti

Impasto profumato e morbido, cornicione non cedevole ma presente al morso. A colpire la meravigliosa fusione degli ingredienti, che si traduce nella scioglievolezza tanto ricercata dai “margheritisti” dogmatici. Un morso tira l’altro, esaltato dal 6 del pizzaiolo quel giro d’olio a crudo che tutto unisce, che tutto esalta. Un’esecuzione degna di nota, un bel biglietto da visita.

i matti

A seguire la “Carciofara” una delle pizze più golose in carta, senza dubbio di stagione. Crema di cuore di carciofi, fior di latte agerolino, pancetta di nero casertano e provolone del monaco il tutto su impasto biga. Il differente impasto ha un approccio più morbido che ben si sposa con la preparazione che è estremamente golosa, ma troppo monocorde. Resta sui toni delicati, prende la dolcezza del carciofo e la fonde alla perfezione col grasso della pancetta, ma c’è una voce soltanto. Una pizza che “si accontenta” di piacere a tutti, ma che con i giusti accorgimenti potrebbe essere imprescindibile per pochi.

i matti

Il ripieno fritto è una prova quasi accademica. San Marzano, fior di latte, abbondante salame Napoli tagliato alla julienne. Farcito in grande quantità risulta goloso, non unto. Non sottilissimo di pasta, ma nemmeno troppo “panoso”, considerando la friggitrice piccola in cui è stato realizzato un risultato che va ben oltre le aspettative!

Si conclude con “La Matta”

i matti

Pizza che da il nome al locale, su impasto poolish. Quest’ultimo offre la migliore performance possibile rispetto al topping sorretto: formaggio di fossa, caprino, fior di latte agerolino, pomodorino giallo, pistacchi di Bronte, basilico, olio evo a crudo. Una pizza che nasce dall’idea di dare una pizza ai formaggi diversa -dice Michele- giocando con dolcezza e sapidità offrendo un po’ un compendio della filosofia di pizza del locale. In questa pizza la parte dominante è senza dubbio quella dei formaggi, si avverte in primis il caprino che ben si sposa col fior di latte. Con l’ingresso in scena del formaggio di fossa c’è l’affiorare di una sapidità che da “la scossa” ad una preparazione comunque orientata alla dolcezza, con la nota pedale del pomodorino giallo. La golosa croccantezza dei pistacchi sotto i denti donano divertimento e gusto al morso. Arriva per ultima ma la si mangia con la stessa voglia della prima, segno che la preparazione è a dir poco straordinaria.

Consiglio a chi viene di non perderla!

A distanza di anni trovo una realtà che non è stata a guardare, accettando la sfida data dai nuovi competitors nel frattempo apparsi su piazza. Dunque qualità portata avanti migliorando l’impasto, un prodotto davvero buono che può dire la sua in una città che profuma sempre più di pizza.

I Matti – Pizzeria Ristorante Lounge Bar – Via Plinio, 53 – Pompei (Na) – Tel: 081 1971 6028

info@imatti.it

Orari:

Lunedì 19:00 – 1:00

Martedì-Domenica 12:00 – 15:00 19:00 – 1:00

Parcheggio In strada – Asporto

Facebook

Instagram

Comments are closed.