Raro esemplare di astice giallo salvato da un ristorante e donato all’Acquario di Genova

Genova – Doveva finire in un ristorante per essere cucinato ma il suo colore decisamente raro lo ha salvato. Un fortunato e raro esemplare di astice giallo è il nuovo ospite dell’Acquario di Genova, che lo ha accolto dopo la segnalazione di un ristoratore che lo aveva acquistato inconsapevolmente con una partita di pescato proveniente dalle acque irlandesi del Canale della Manica.

Nunzio Franza, sociologo e gestore di alcuni ristoranti tra i quali La Luce sul Lago, a Manerbio, si è reso conto della particolarità dell’animale e ha contattato l’Acquario di Genova per segnalare la curiosa scoperta. In breve gli esperti della struttura hanno riconosciuto la rarità dell’esemplare di Homarus gammarus e hanno accettato la donazione.

Il proprietario ha rifiutato diverse altre offerte di persone che offrivano cifre anche considerevoli per poterlo mangiare in un gustoso quanto raro piatto gastronomico e così l’astice è arrivato nelle vasche dell’Acquario con l’unicarichiesta di fare una donazione alla parrocchia Santa Maria delle Grazie e Santa Croce di Castel San Giorgio, suo paese di origine in Campania, a supporto delle attività sociali per le famiglie in difficoltà e per i giovani.

Il nuovo ospite dell’Acquario di Genova, visibile in una vasca della costa rocciosa nell’area del Padiglione Biodiversità, è un astice detto xantocromico. La xantocromia è la colorazione giallo-arancio data dalla mancanza di un gene che, se presente, è responsabile di una proteina che determina la normale colorazione bruna, mentre, se assente, porta a una colorazione tra il giallo e l’arancione. Si tratta di un caso molto raro che sembra verificarsi in natura in un solo esemplare su diversi milioni di individui.

Normalmente la colorazione gialla in natura è piuttosto svantaggiosa perché rende gli animali molto visibili e quindi più facilmente individuati dai loro predatori. In questo caso però l’anomalia genetica si è rivelata vantaggiosa e ha portato alla salvaguardia dell’esemplare. La xantocromia nei crostacei è molto rara e quindi poco conosciuta. Per questo motivo, gli esperti dell’Acquario di Genova avvieranno studi genetici per ampliare le conoscenze di questo fenomeno.

L’astice (Homarus gammarus) è un crostaceo che vive nell’Oceano Atlantico orientale dalla Scandinavia al Marocco ma anche nel Mar Mediterraneo centro occidentale a una profondità tra 0 e 150 metri, ma solitamente non oltre i 50 metri. È un organismo notturno e territoriale che vive su substrati duri come rocce o fanghi duri e solitamente in fessure, anfratti o buchi dove può nascondersi mimetizzandosi. La specie è inserita nell’allegato III della Convenzione di Berna e nell’allegato III del Protocollo SPA/BIO della Convenzione di Barcellona. Non è una specie considerata in pericolo di estinzione.

Fonte: Il Secolo XIX

Comments are closed.