Salerno piange la scomparsa di Carminuccio a Mariconda

blank

E’ stato l’inventore della pizza salernitana nel suo locale a Mariconda. Pomodoro, formaggio, pancetta e basilico gli ingredienti della sua specialità diventata famosa nel mondo: la pizza  Carminuccio.

Un successo clamoroso, nato nel 1982, tanto che ancora oggi tutte le pizzerie salernitane hanno nel proprio menù la pizza che porta il nome di Carmine Donadio, il celbre “Carminuccio a Mariconda“.

blank

Avrebbe compiuto 75 anni il prossimo 18 agosto, ma se n’è andato ieri sera lasciando un vuoto tra i suoi familiari, tra i suoi tanti amici, nonostante quel carattere apparentemente un po’ burbero, ma anche tra i suoi innumerevoli e affezionati clienti.

L’annuncio della dipartita di Donadio è arrivata sulle pagine social della sua attività commerciale avviata nel lontano 1982 e diventata in quarant’anni uno dei luoghi cult della città d’Arechi: «Oggi viene a mancare la colonna portante della nostra attività, colui che le ha dato un nome, un volto e una storia. Carminuccio ci ha lasciati», le poche parole seguite soltanto dalla comunicazione della chiusura dell’attività di via Picenza fino a data da destinarsi.

IL CORDOGLIO DEL SINDACO NAPOLI

Anche il primo cittadino, Vincenzo Napoli, ha espresso il suo cordoglio per la dipartita di Carmine Donadio. Sui social ha infatti scritto: «Esprimo alla famiglia Donadio il cordoglio della nostra comunità per la scomparsa del carissimo Carmine. Un lavoratore instancabile, un artigiano della pizza, un maestro di sapori. La sua “Carminuccio” era un capolavoro di gusto ed amore, una pizza prediletta ed apprezzata da tutti».

 

Inizia a digitare per vedere i post che stai cercando.