Si è spento il noto pasticciere Giuseppe Bellavia

blank

È morto Giuseppe Bellavia, titolare della storia pasticceria omonima di via Luca Giordano, al Vomero. È stato il figlio Davide a dare la triste notizia, comunicando anche il giorno in cui si terranno i funerali.

La cerimonia funebre si è svolta, infatti, quest’oggi alle 15.30, nella chiesa di San Francesco, al Vomero.

Dalla pagina della pasticceria fanno sapere, a seguito della grave perdita, gli store presenti all’Arenella e al Rione Alto “resteranno chiusi per lutto familiare. Il nostro staff sarà presente sul posto solo per garantire consegna e ritiro di prenotazioni già effettuate negli scorsi giorni”.

Bellavia è considerato una vera e propria istituzione a Napoli, un simbolo della pasticceria napoletana. Decine i messaggi di cordoglio apparsi in queste ore sui social da parte di cittadini del quartiere collinare e da tanti clienti affezionati.

La storia della pasticceria

La prima pasticceria nasce nel 1925, quando il fondatore Antonio Bellavia si trasferisce da Palermo a Napoli portandosi con sé l’antica tradizione dei dolci siciliani. Cannoli, cassate e altre specialità vengono offerte nella prima sede di Port’Alba.

Con l’arrivo dei figli Vincenzo e Giuseppe l’azienda si amplia e nascono due nuovi sedi: una al Vomero e l’altra al Rione Alto, chiudendo quella di Port’Alba. Nel 1991 si giunge alla terza generazione e si crea una divisione commerciale e poi produttiva dei due punti vendita. Così Vincenzo Bellavia, la moglie Maria Pia e i figli si trasferiscono nella sede del Rione Alto, mentre Giuseppe con la sua famiglia rimane al Vomero. Successivamente Vincenzo apre una nuova sede all’Arenella e, con i figli Lucio, Germano e Ursula.

Inizia a digitare per vedere i post che stai cercando.