Spaghetti (quasi) alla Nerano di Alfredo Condursi (Faccia di Cacio)

blank

Oggi il nostro chef Alfredo Condursi vi presenta la rivisitazione di un classico : gli Spaghetti (quasi) alla Nerano!

Ingredienti:
Spaghetti 80gr.
Zucchine 3-4 di quelle piccole
Aglio 1 spicchio
Parmigiano Reggiano
Olio extravergine di oliva
Pepe nero macinato
Basilico
Sale q.b.

Procedimento:
Per realizzare gli Spaghetti (quasi) alla Nerano! light ho versato un cucchiaio di olio in padella, ho lavato, asciugato e tagliato le zucchine a dadini e le ho versate in padella con olio caldo le ho saltate qualche secondo con lo spicchio di aglio insieme ad un pizzico di sale e pepe nero. Poi le ho coperte con acqua calda e portate a cottura. Nel frattempo ho messo a bollire l’acqua senza sale, ho calato gli spaghetti e prima che diventassero al dente li ho scolati e passati nella padella con le zucchine, ho portato a cottura fino a far diventare cremose le zucchine con la pasta, ho spento il fuoco, ho eliminato l’aglio, ho aggiunto il basilico e il parmigiano, ho mantecato per bene, ho servito subito con scaglie di parmigiano e pepe nero. Buon divertimento ūüėč

Perché light non vuol dire meno buono! Godetevi gli Spaghetti (quasi) alla Nerano!

blank

La storia degli spaghetti alla Nerano

Un giorno il Principe Caravita, conosciuto da tutti con il nome di Pupetto di Sirignano sbarcò  nel piccolo molo di Marina del Cantone. Erano i primi anni ’50 e Pupetto  con il suo gruppo di amici Capresi si diresse a cenare, come spesso faceva,  da Maria Grazia, già famosa per la sua ottima cucina. Il Principe Pupetto, era un vero personaggio, un animatore della vita mondana napoletana degli anni 50.

Fu persino ispiratore di alcuni personaggi nella filmografia del mitico Totò. La sig.ra Esterina, oggi proprietaria del ristorante Le Sirene, che si trova a fianco del ristorante da  Maria Grazia, è la nipote ed è l’unica testimone in vita.

Nel giorno in cui sono stati creati gli Spaghetti alla Nerano, la signora Esterina, a quel tempo giovane ragazza, ¬†stava in cucina, imparando ‚Äúil mestiere‚ÄĚ dalla zia. Alla fine di quella giornata, quando le donne si stavano mettendo a rigovernare, entr√≤ in cucina ¬†il Principe Pupetto.

Sfidato dagli amici, volle preparare insieme a Maria Grazia un piatto di spaghetti per gli amici. Maria Grazia  e le donne in cucina  aiutarono Pupetto a fare un figurone, creando il piatto oggi famoso nel mondo!

Inizia a digitare per vedere i post che stai cercando.