Torna la guida Flos Olei: presenti 500 aziende olivicole da tutto il mondo

Torna Flos Olei, guida mondiale dedicata all’olio extravergine di oliva, curata da Marco Oreggia e Laura Marinelli.

La pubblicazione, giunta alla quattordicesima edizione, è realizzata in tre versioni in duplice lingua (italiano-inglese, italiano-cinese e italiano-spagnolo). La guida propone “le 500 migliori aziende olivicole del mondo” provenienti da 56 Paesi.

Sono 754 gli extravergine recensiti. La new entry del 2023 è l’Eritrea dove l’olivicoltura- spiegano i curatori dell’iniziativa editoriale – è ancora a uno stato embrionale ma potrebbe svilupparsi se i recenti esperimenti messi in campo porteranno i risultati sperati”. La guida, che mantiene invariata la lista degli otto oli da 100/100 della Hall of Fame (cinque aziende italiane e tre iberiche), assegna all’Italia nove dei venti riconoscimenti The Best, tra i quali anche quello relativo al Migliore Olio Extravergine di Oliva dell’Anno che ha visto trionfare il Frantoio Giovanni Batta (Umbria). Gli altri undici premi sono così distribuiti: cinque alla Spagna e uno a Francia, Croazia, Grecia, Sudafrica, Brasile e Cile. All’azienda croata Mate è stato assegnato il riconoscimento di Azienda dell’Anno: si tratta dell’azienda Mate, mentre l’Azienda Green è francese: La Magnanerie, incoronata per le scelte improntate alla sostenibilità ambientale.

“Siamo estremamente orgogliosi – commenta Marco Oreggia, editore della guida Flos Olei – di continuare a rappresentare un punto di riferimento per i produttori di tutto il mondo. E ancora di più, anche grazie – aggiunge – allo sforzo di proporre per la prima volta Flos Olei in lingua spagnola, di essere un tramite tra chi produce e chi distribuisce e consuma. Siamo stati i primi ad ampliare i confini dell’extravergine, pur senza dimenticare il ruolo cardine che continuano ad avere Italia e Spagna”.

Lascia un commento

Inizia a digitare per vedere i post che stai cercando.