Gusti di frontiera, 327 stand e 40 Paesi rappresentati a Gorizia

blank

Sarà composto da 327 stand, in rappresentanza di oltre 40 Stati, il mappamondo di sapori e leccornie del 17/o Gusti di Frontiera, manifestazione  che si svolgerà a Gorizia e svelata stamani: alle vecchie conoscenze come Austria, Francia e Paesi balcanici si aggiungono novità, come la Svizzera e una più nutrita presenza dell’Africa.

Da giovedì 29 settembre a domenica 2 ottobre il centro di Gorizia si vestirà a festa per accogliere i 17 Borghi geografici che saranno l’anima della festa, tra goloso cibo di strada, piatti all’insegna della tradizione ed esotiche specialità.

Quattro giorni in cui Gorizia sarà la capitale della buona tavola, con molte novità ad arricchire la formula collaudata: ospite d’onore sarà Slow Food, per la prima volta a Gusti di Frontiera.

blank

In piazza Sant’Antonio, luogo in cui saranno posizionati gli stand istituzionali, sarà proposta una vetrina con i 13 presidi che rappresentano altrettante eccellenze del Friuli Venezia Giulia, in un’ottica di salvaguardia e promozione dei prodotti locali in vista di Go! 2025, tra degustazioni e approfondimenti.

Qui saranno presenti anche Onav, i Produttori di Ribolla gialla, della lavanda e della Rosa di Gorizia.

La kermesse, organizzata dal Comune di Gorizia, è realizzata grazie al supporto finanziario della Regione e vede la collaborazione anche dell’Apt, di Trenitalia e la vicinanza della Cciaa Venezia Giulia, della Fondazione Carigo, dell’Ascom e di Cassa Rurale FVG.

Inizia a digitare per vedere i post che stai cercando.