Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

Tratturi Reali:Ogliarole salentine e Celline di Nardò

     Per raccontare questa interessante realtà olivicola, bisogna portarsi sulla superstrada che da Brindisi conduce a Taranto.

     Raggiunta l’ indicazione Villa Castelli, potrete avvertire già il frondoso sbuffo dell’aria  che ingaggia sinuosi percorsi a schivare l’elemento naturale che qui troneggia: il fogliame delle piante secolari d’ulivo.

     Qui,  le  chiamiamo per nome, come si faceva un tempo con le vacche e le caprette, a cui si chiedeva il dono del latte per nutrire e sostentare le famiglie contadine, e sono le  Ogliarole salentine e le  Celline di Nardò.tratturi reali

     Sontuose ed austere, smuovono le corde piu profonde dell’anima umana, vera  bellezza della campagna italiana.

     Qui ci troviamo davanti al trionfo della vita.

     Gli uliveti secolari non sono solo un soggetto paesaggistico da vantare ed ostentare  quale elemento territoriale  e di identità, olim, ma sono davvero curate, potate, coccolate, come è logico che si faccia, in famiglia, con i parenti più anziani e per questo bisognosi di cure.

     Rocco Caliandro imprenditore agricolo professionale e Dottore Agronomo, è un ragazzo tosto e con le idee chiare.

     “La qualità ha un prezzo e non si svende”.

     E ancora “l’azienda è nata con un’identità ben definita.

     Si è partiti da un prodotto di altissima qualità, con un’immagine elegante e raffinata, con lo scopo  principale di raggiungere una ristretta fascia di mercato per la quale il costo dell’olio non è una discriminate se rispecchia l’estrema qualità e la ricercatezza del prodotto”.tratturi reali

     Nato qui vicino, Mesagne, il 28 maggio 1980, vanta una formazione di tutto rispetto, dalla Laurea in Scienze e Tecnologie Agrarie a Bari, e Master in Management e Marketing delle imprese vitivinicole a Firenze.

     Dal 2002 è lui e dettare le mosse  dell’azienda agricola di famiglia “Tratturi Reali”, specializzata nella produzione di Olio Extravergine d’Oliva, di uve da vino, asparagi e cereali.

     Sommelier di grande  competenza e preparazione, raggiunge anche i vertici regionali dell’Associazione Italiana Sommelier, di cui è delegato della delegazione di Brindisi.

     La formazione universitaria ed il continuo affiancamento al papà agricoltore gli permettono, anche in anni davvero bui per il settore agricolo, di elaborare e mettere in atto strategie che gli consentono  di  ampliare significativamente la propria azienda, fino agli attuali 118 ettari ad indirizzo prevalentemente  olivicolo-oleario, viticolo e cerealicolo.

     Gli olii

     EXTRAVERGINE DI OLIVA Prima Pietra 2015:

     da Ogliarola salentina al 75% e Cellina di Nardo al 25%, viene  prodotto da raccolto della contrada Spadone, Francavilla Fontana, ad una altezza di 180 mt s.l.m.

     Le piante sono secolari e vengono brucate a mano da fine ottobre fino a tutto novembre.

     Le drupe vengono lavorate immediatamente, mai oltre le 4 ore dalla raccolta, con sistema di estrazione razionale in continuo.

     Imbottigliato dopo decantazione naturale questo prodotto ci regala una percezione olfattiva di fruttato verde intenso, connotati da piacevoli note mandorlate;

     al gusto non tardano a comparire le sensazione di amaro e piccante dalla buona persistenza aromatica che lasciano piacevolmente appagato il palato.tratturi reali

     EXTRAVERGINE DI OLIVA Filo di Seta 2015:

     fabbricato dalle braccia frondose delle  contrade de Tagliavanti – Renna  e Donna

     Gertrude della Famiglia “Caliandro”, a Villa Castelli, qui le piante sono quelle giovani di Leccino, ad affiancare la produzione aziendale, che donano un olio del fruttato delicato, con percezioni orali delicatamente vegetali, freschissime e di rara finezza.

 



Condividi

Like

0

Ti potrebbe interessare

Commenti recenti

Scelte dell'editore