Tre ottime ricette con i funghi porcini

Di funghi porcini ne abbiamo tante qualità lungo l’appennino e nelle alpi; porcino bruno, porcino giallo, porcino dei castagneti. Si prestano bene sia per primi piatti che per secondi e contorni.

Un tipico primo piatto sono le tagliatelle ai funghi porcini;

Pulite delicatamente i porcini, senza lavarli: metteteli a testa in giù, eliminate la parte terrosa, raschiandoli con un coltellino, tagliateli in orizzontale con un coltello affilato, puliteli con un panno umido e fateli rosolare in padella con olio e aglio. Aggiustate di sale e aggiungete anche del prezzemolo fresco. Nel frattempo cuocete le tagliatelle. Non appena saranno pronte versatele nella padella con il condimento, aggiungendo un mestolo di acqua di cottura, mantecate e servite con una spolverata di pepe.

Un altro piatto molto gustoso e sfizioso sono i crostini con i funghi porcini;

Se volete realizzare un antipasto sfizioso e saporito l’ideale sono i crostini ai funghi porcini: una ricetta semplice e irresistibile da preparare con dell’ottimo pane casareccio tostato. Una volta puliti e tagliati i funghi, fateli rosolare in padella con olio e aglio, aggiungete poi sale, pepe e prezzemolo fresco tritato e lasciate cuocere per una decina di minuti. Tagliate il pane a fette e sistematelo su una leccarda con un filo d’olio extravergine d’oliva: lasciate dorare per circa 10 minuti girando le fette di pane a metà cottura. Condite le fette di pane con i funghi e servite.

Magari anche una bella vellutata ai funghi porcini;

La vellutata di funghi, o crema di funghi, è un primo piatto prelibato e cremoso, ideale per i periodi freddi. Nella nostra ricetta abbiamo utilizzato i funghi porcini, ma potete scegliere anche funghi misti. A conferire la giusta consistenza al piatto ci sono le patate, insaporite in padella con l’olio e il porro tritato, insieme ai funghi, il tutto cotto nel brodo prima di essere frullato nel mixer. Una volta pronta, potete servire la vostra vellutata di funghi con dei croccanti crostini di pane. Vediamo come preparare questa pietanza:

Pulite i funghi raschiando la terra attaccata con un coltellino e pulendoli delicatamente con un panno umido. Ora staccate il gambo dalla cappella con un movimento rotatorio e tagliateli a fettine sottili. Lavate le patate, sbucciatele e tagliatele a dadini, tagliate il porro a rondelle e fatelo rosolare in un tegame antiaderente con un filo d’olio. Fatelo appassire e unite poi le patate e i funghi, cuocete per un paio di minuti, mescolando con un cucchiaio di legno. Aggiungete poi il brodo vegetale e fate cuocere per una ventina di minuti a fuoco medio, o fino a quando il brodo non si sarà assorbito. Ora inserite nel tegame un frullatore a immersione e frullate fino ad ottenere un composto cremoso. Versate la vellutata nei piatti, aggiungete del prezzemolo e, se preferite, servite con crostini di pane.

Buon appetito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *