Videoricetta: il limoncello, mandarinetto e carrubo di Francesco Panniello

Liquori e rosoli nascono come gesto d’amore e di accoglienza… la Puglia è amore da sempre terra di ospitalità e accoglienza i pugliesi Popolo amante della compagnia della buona cucina della bella vita. cosa c’è che meglio possa rappresentare la nostra terra se non il ricordo di una casa accogliente, dove alla fine di un pasto, di una cena, di una visita un parente, non venga messo su ogni tavola di questa fantastica regione italiana una bottiglia di rosolio di limoncello di mandarinetto di carrubo. Ci sono centinaia di varianti che noi pugliesi abbiamo inventato. la nostra terra da sempre ospitale ci regala aromi talvolta provenienti dall’oriente ma comunque nella fascia mediterranea che sono capaci di aromatizzare qualunque alcol e per ottenere un liquore di eccellenza.

In questo video ho voluto realizzare tre tipologie di liquori il mandarinetto il limoncello e il Carrubo. Quest’ultimo una variante di liquore molto particolare, in quanto viene dal frutto dell’albero del Carrubo che a vederlo qualcuno potrebbe torcere il naso. Si tratta di una bacca lunga una quindicina di centimetri dalla scorza coriacea e l’interno morbido il profumo è parecchio particolare ricorda molto quello di un formaggio ma nella preparazione del liquore il profumo vira verso il dolce e regala quelle sensazioni olfattive tipiche della macchia mediterranea. Non c’è bisogno di presentazione per gli altri due liquori che sono il mandarinetto e limoncello: ho utilizzato mandarini e limoni biologici raccolti da me dai quali ho estratto la buccia attraverso un rigalimoni.

visita il mio sito internet www.chefpanniello.it

seguiteci sui canali social:

facebook; https://www.facebook.com/chef.panniello​ https://www.facebook.com/panniellochef​ twitter: https://twitter.com/frapanniello​ instagram: https://www.instagram.com/francescopa… linkedin: https://www.linkedin.com/in/francesco… web: https://www.chefpanniello.it/ scuola: https://www.lescuoledicucina.it/pugli…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *