La Shitake di Francesco Martucci – Un battito d’ali in Giappone

Shitake

Francesco Martucci non ha bisogno di presentazioni, n°1 per 50 top pizza 2019 e da diversi anni considerato “the king” dai pizza addicted, dal popolo di appassionati, ma anche dall’uomo comune che decide di mettersi in macchina e recarsi a Caserta per mangiare la sua pizza o per meglio dire provare emozioni attraverso di essa.

Oggi vi parlo di una sua ultima creazione, una fuori menu, la SHITAKE che prende il nome dai funghi giapponesi che la impreziosiscono. Fior di latte, pomodorino semi dried, funghi shitake, baccalà cotto a bassa temperatura, olio evo Mozzafiato.

Pochi ingredienti compongono il topping che parte dal Giappone passando per il mediterraneo fino ad arrivare al nord Europa. Un flebile vento che parte dal Sol Levante, acquista il calore delle nostre terre fino ad inabissarsi nel glaciale mare del Nord.

Una pizza che è un viaggio. Sono sinceramente emozionato quando la vedo, la pelle tesa dall’emozione, il cuore accelera. Chiudo gli occhi, affondo il morso. Odo un flauto di Pan in lontananza, parte “The Lonely Shepard” di Gheorghe Zamfir.

Affiora subito la corposità del baccalà cotto alla perfezione che ha giusto sul finale il salato caratteristico, “legato” all’impasto tenuto lì dal fiordilatte che gli impedisce di “nuotare lontano”. Ancorato ad un ballo in cui or interviene il pomodoro, dolcissimo, ora s’accostano i funghi che con la loro “carnosità” imperlano come stelle un cielo altrimenti terso. Questo stupisce, la totale compenetrazione tra disco pizza e ingredienti. Non c’è distacco, è un morso univoco.

shitake

Lo zenith della pizza moderna, il parossismo del piacere. Un morso, ed un morso ancora.

Brividi.

Trattengo a stento le lacrime, le emozioni hanno preso il sopravvento. Difficile mantenere la lucidità, cercare di carpirne lo studio. Un unico intensissimo sapore, tutti gli elementi cedono “sovranità” a favore dell’unicità del gusto.

In questa pizza c’è tutto: terra e mare. Oriente e Occidente. Nord e Sud.

Il mondo in un morso.

Una pizza per chi ama il pesce, in particolare sua maestà il baccalà ma soprattutto per chi ancora storce il naso nel vederlo su pizza. Quest’ultimi, se apriranno la mente e s’affideranno, dopo averla mangiata cambieranno inesorabilmente idea.

Il pomodoro e la mozzarella lo mangi dappertutto. È come li metti che fa la differenza in questa frase tutto il Martucci pensiero. Eccellenza delle materie prime, certo. Ma soprattutto ricerca. E studio, tanto studio. Perché un bilanciamento così non lo ottieni per caso, è studiato al millimetro, per valorizzare un impasto di una leggerezza imbarazzante. Il tutto per arrivare a delle emozioni attraverso la pizza, ti prende dentro, ti scuote, dimentichi tutto il resto. Pizze moderne, pizze cerebrali. Esperienze che coinvolgono corpo, anima e mente.

Francesco Martucci, signori. È tutto qui.

PIZZERIA I MASANIELLI – FRANCESCO MARTUCCI – viale Giulio Dohuet, 11 – 81100 CASERTA

Orari: martedì-domenica (12.30-15) (19.30-00)

Coperti: 150

Pagamenti: Contanti e bancomat

Prenotazione:

Asporto:

Chiusura: Domenica a pranzo

Parcheggio:

FACEBOOK (QUI)

INSTAGRAM (QUI)

SITO WEB (QUI)

Comments are closed.