Cantine aperte 2013. La Cantina Sorrentino.

Come ogni anno anche quest’anno, domenica 26 maggio, si è tenuto la manifestazione enoturistica “Cantine Aperte”.
Sono stata così all’Azienda Vitivinicola Sorrentino a Boscotrecase (Na), che simpaticamente ha intitolato l’evento “Aggiungi un posto a tavola”.
L’Azienda Sorrentino ha un’ampia distesa di vigneti con una vista mozzafiato! Da un lato il Vesuvio, con tutta la sua straordinaria bellezza ed imponenza (l’Azienda si trova alle pendici del Vesuvio, nel Parco Nazionale) dall’altro i Monti Lattari, il Golfo di Napoli e la splendida isola di Capri, tutta la costa che da Torre Annunziata arriva fino alla Penisola Sorrentina.
I Sorrentino sono viticoltori da generazioni ed oggi il papà Paolo con i suoi figli Benny, Giuseppe e Maria Paola portano avanti con determinazione, entusiasmo e passione la loro attività. La cordialità, l’amore per il proprio lavoro e l’unione della famiglia sono i punti di forza di questa azienda.
Per tutta la giornata è stato possibile effettuare visite guidate ai vigneti (alcune viti hanno ben 150 anni!).
Il menù del pranzo, curato dallo chef Eduardo Estatico del JK Palace di Capri, è stato così strutturato:
Aperitivo dello chef
Vino abbinato: Spumante DòRè Lacryma Christi del Vesuvio DOC 2012
Antipasto: Gattò di patate, composta di cipolla di Montoro e salsa al provolone del monaco
Vino abbinato: MòDà Piedirosso Frizzante IGT Pompeiano 2012
Primo: Sartù dei Monsù … secondo la tradizione
Vino abbinato: Lacryma Christi Vigna Lapillo Rosso DOC 2011
Secondo: Coppa di maiale glassata all’Aglianico, carciofi di Schito e pomodoro del piennolo candito
Vino abbinato: Aglianico Joe Biologico IGT Pompeiano 2009
Dessert: Cucciolone di pastiera
Vino abbinato: Passito Fior di Ginestre IGT Pompeiano
Il tutto allietato da tammurriata, canti e balli popolari del gruppo Stella Vesuviana.
Azienda Vinicola Sorrentino
Via Fruscio
Boscotrecase (NA)
Tel. e Fax +39 081.8584963
www. sorrentinovini.com
info@sorrentinovini.com
di Angelica Argentiere
Foto di Vincenzo Jr. Pellino
 
[slideshow_deploy id=’2072′]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *